Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Slot a Cremona. L’offensiva del comune entra nel vivo

In: Cronache

30 marzo 2012 - 15:15


cremona

(Jamma) L’offensiva del comune di Cremona contro la diffusione delle sale giochi entra nel vivo. Il caso è arrivato sul tavolo della giunta che ha approvato una delibera contenente un concreto indirizzo operativo: dare mandato agli uffici comunali interessati alla questione (direzione generale, segreteria generale, gestione del territorio) di approfondire congiuntamente, entro il 10 maggio, la normativa vigente. Ma, soprattutto, i tecnici dovranno verificare la fattibilità di un regolamento comunale che disciplini l’attività delle sale giochi. In particolare, per quanto riguarda gli orari di apertura e la distanza da ‘luoghi sensibili’, come scuole e oratori.
Gli uffici sono stati anche incaricati di studiare la possibilità di «una campagna di sensibilizzazione – si legge nell’atto – rivolta indistintamente a tutta la collettività e, in particolar modo, al mondo della scuola». La finalità dei provvedimenti all’esame «è quella di tutelare, per quanto di competenza comunale, l’interesse pubblico e la salvaguardia della cittadinanza, specie la fascia più giovane, dal rischio di assuefazione e, quindi, di dipendenza dal gioco.

 

Tutto è iniziato con un ordine del giorno presentato dai consiglieri comunali del Pd, primo firmatario Caterina Ruggeri che ormai da oltre un anno ha intrapreso questa battaglia, per promuovere l’avvio da parte del Comune di un progetto concreto al fine di porre un freno alla diffusione in modo capillare in tutta la città di sale gioco, slot e vlt e per contrastare il fenomeno della dipendenza dal gioco d’azzardo. In consiglio comunale l’odg è stato approvato con la maggioranza dei voti. Dello stesso parere, quindi, anche la Giunta.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito