Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Scommesse. Il Tar conferma sospensione richieste pagamento minimi garantiti

In: Cronache

9 febbraio 2012 - 19:54


tribunale4

(Jamma) Il Tar Lazio ha confermato la sospensione delle richieste di pagamento dei minimi garantiti per gli anni dal 2006 al 2010 che i Monopoli hanno inviato alle agenzie di scommesse ippiche a fine dicembre.

L’8 febbraio scorso di fronte alla Seconda Sezione sono stati discussi tre ricorsi presentati da una 40ina di agenzie, per un importo complessivo di 3-4 milioni. I minimi garantiti sono un integrazione del prelievo fiscale che le agenzie di scommesse ippiche dovrebbero pagare qualora non assicurino una soglia di gettito. Per giurisprudenza consolidata dello stesso Tar Lazio, i minimi per gli anni dal 2003 in poi non possono essere richiesti fino all’adozione delle cosiddette misure di salvaguardia, ovvero quei provvedimenti che Monopoli di Stato, congiuntamente con il Ministero dell’Agricoltura, dovrebbero adottare per “ricompensare” le agenzie della diminuzione degli introiti dovuta all’allargamento delle rete. Con l’ordinanza di oggi, la Seconda Sezione si è riagganciata a questa giurisprudenza, ha infatti confermato la sospensione delle richieste di pagamento, visto “il permanente inadempimento dell’amministrazione intimata, all’ordine di adottare le c.d. misure di salvaguardia, così come più volte statuito dalla Sezione”. Nelle prossime settimane verranno discussi altri ricorsi, tra cui anche i due promossi dai sindacati Sicon e AssoSnai che – complkessivamente – rappresenta un centinaio di agenzie cui è stato richiesto il pagamento di minimi per 8-10 milioni di euro.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito