Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Rubò assegni al parroco, assolto perchè affetto da ludopatia

In: Cronache

30 marzo 2015 - 09:57


martellotribunale

(Jamma) – Un 58enne valbormidese è stato assolto dalle accuse per tentata truffa, furto e falsificazione di titolo di credito perché affetto da ludopatia, un disturbo di cui il giudice ha tenuto conto pronunciando la sentenza per difetto di imputabilità al momento del fatto. Il tribunale lo ha, infatti, interdetto assegnandogli un tutore.

 

L’episodio risaliva al 2012 quando aveva rubato all’allora parroco di San Giuseppe di Cairo un libretto di assegni. Il 58enne aveva poi incassato un assegno da 800 euro, falsificando la firma del prete, ma il dipendente della banca aveva scoperto la truffa.

 

Immediata la denuncia ai Carabinieri. L’uomo aveva agito così perché bisognoso di soldi da investire nel gioco. Su invito dei servizi sociali era scattata l’interdizione nei suoi confronti.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi