Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Repubblica Ceca. Il governo introduce tre nuove aliquote fiscali sui giochi d’azzardo

In: Cronache

16 febbraio 2015 - 15:44


babis

(Jamma) Il Ministero delle Finanze ceco ha presentato il disegno di legge in materia di imposte sul gioco d’azzardo e un disegno di legge che modifica alcune norme vigenti. La proposta completa le disposizioni già introdotte e quindi insieme formano un nuovo quadro normativo completo per il mercato del gioco d’azzardo.

L’obiettivo del disegno di legge è regolare l’approccio della tassazione sul gioco d’azzardo statale in linea con quanto hanno fatto gli altri Stati europei. Questo consentirà di aumentare il gettito fiscale del bilancio dello Stato. Il Ministero delle Finanze prevede infatti che il gettito fiscale dal gioco d’azzardo raggiunga una cifra vicina ai cinque miliardi di corone. Tre miliardi dovrebbero essere utilizzati per sostenere le attività sportive giovanili, a sostenere i club sportivi scolastici le associazioni sportive. Il ministero si è impegnato a creare le condizioni per un sistema trasparente della assegnazione delle risorse. La restante parte del ricavato servirà a creare i presupposti per non aumentare le tasse e per promuovere la crescita economica e le opportunità di sviluppo.

Il Tesoro propone tre aliquote fiscali rispetto al 20 per cento applicato fino ad oggi. Gli apparecchi da gioco verranno tassati al 35 per cento. Le imposte sulle slot potranno essere incrementate, se non raddoppiate, se sarà necessario. L’idea è quella di mantenere l’attuale gettito garantito attraverso le tasse sui giochi alle municipalità, anche quando si registrerà una riduzione del numero degli apparecchi come conseguenza dell’entrata in vigore delle nuove leggi. La secondo aliquota, del 30 per cento, è invece prevista per giochi dal vivo, lotterie e bingo. La terza aliquota fiscale, del 25 per cento, si applicherà a scommesse a quota fissa e dei giochi a premi con un totale di scommesse pari a CZK 75 000.

La legge del Ministero delle Finanze si propone di mantenere una suddivisione del gettito fiscale degli apparecchi da gioco tra lo Stato e i comuni, ma il nuovo rapporto è del 55% a favore dello Stato e il restante 45% ai comuni. Il secondo tasso del 30 per cento è proposto per giochi dal vivo, lotterie e bingo. La terza aliquota fiscale del 25 per cento si applicherà a scommesse a quota fissa e ai giochi a premi con un totale di scommesse pari a CZK 75 000.

La legge propone anche di dividere il gettito fiscale dalle slot tra lo Stato e i comuni, ma il nuovo rapporto è del 55% a favore dello Stato. Per i restanti giochi la suddivisione resta del 70% per il bilancio dello Stato e del 30% al bilancio comunale. Le nuove disposizioni normative dovranno entrare in vigore a partire dal 1 gennaio 2016.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito