Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Fissato per il prossimo 7 marzo il 1°convegno del sindacato FeLSA-CISL

In: Cronache

5 marzo 2012 - 09:37


felsa-cisl

(Jamma) Si terrà al “Centro Convegni Cavour” in via Cavour 50/A a Roma, mercoledì 7 marzo 2012 il 1° Convegno del Sindacato Ricevitori aderente FeLSA-CISL dove si parlerà dei problemi e della tutela della rete dei raccoglitori di gioco, sia nazionali che comunitari (Ricevitorie, Tabaccherie, Sale giochi, CED, CTD e PdC) e si farà una analisi sulle prospettive del mercato dei giochi alla luce dell’ultima sentenza della Corte di Giustizia Europea sui casi Costa-Cifone.

PROGRAMMA

dalle 10,30 alle 13,30: Interverranno esperti di tutto il comparto giochi (Penale, Amministrativo, Tributario, VLT e Comma 6, Gioco Responsabile, Concessioni di Monopolio ecc..ecc..) ed esponenti di altre associazioni di categoria

dalle 13,30 alle 14,30: Coffee-Break

dalle 14,30 alle 17,30: I raccoglitori di gioco potranno avere chiarimenti o rivolgere quesiti agli esperti che saranno intervenuti.

Dopo l’apertura dei lavori, si analizzeranno le problematiche dei Raccoglitori di Gioco che saranno trattate insieme ad alcuni dei più importanti avvocati ed esperti di tutto il settore del Gaming e precisamente:

Avv. Marco RIPAMONTI – penalista ed esperto internazionale di gaming.

Avv. Gianluca POMANTE – esperto di diritto, gaming e crimini informatici.

Avv. Filippo ARGENTILE – esperto in gioco lecito su apparecchi da intrattenimento.

Dott. Pasquale MAGNANO – esperto tributario e revisore contabile.

Dott.ssa Eliana SALVATI – esperta in gioco responsabile e fenomeni ludopatici.

Interverranno come rappresentanti di categoria:

Dott.ssa Francesca BIANCONI – Presidente Assotabaccai

Dott. Ugo CIFONE – Presidente Acogi

 

Il Sindacato Ricevitori aderente alla Felsa-Cisl riprende con grande forza nell’anno 2012 la sua battaglia a sostegno e tutela delle condizioni di vita e di lavoro di tutti i Raccoglitori di Gioco italiani.

Non si tratta di un piccolo gruppo di operatori, perché in realtà sono circa 80.000 persone impegnate in questa attività, oltre l’indotto.

Il Sindacato Ricevitori FeLSA-CISL, intende concentrarsi per affrontare le problematiche dei Raccoglitori di Gioco che nel frattempo sono divenute sempre più insostenibili e al tempo stesso proporre o ricercare le migliori soluzioni che diano sicurezza e serenità agli operatori di tutto il comparto del gioco.

Sinteticamente evidenziamo i seguenti punti:              

– Tutela della redditività dei punti di raccolta del gioco.

– Bandi di gara che recepiscano in toto le direttive europee e che non consentano la formazione di nuovi monopoli.

– Libertà di scelta da parte dei Raccoglitori di Gioco del concessionario, licenziatario e/o provider con cui poter collaborare, secondo il dettato costituzionale dell’art. 41 e delle disposizioni comunitarie.

– Istituzione di un tavolo di lavoro permanente, in comune accordo con le parti, per razionalizzare al meglio la rete dei punti vendita e la raccolta del gioco.

– Istituzione del Registro Camerale dei Raccoglitori di Gioco, con il conseguente riconoscimento giuridico della categoria.

– Eliminazione delle attuali clausole vessatorie dei contratti in essere e regolamentazione del rapporto con i raccoglitori di gioco attraverso accordi collettivi nazionali di lavoro.

– Aggiornamento costante su aspetti di tipo legale, fiscale, tributario, logistico e pratico, dei titolari, familiari e addetti dei punti di raccolta gioco.

Infatti crediamo che la condizione per creare la categoria dei Raccoglitori di Gioco con una alta professionalità è la definizione di un appropriato percorso formativo. Pertanto, il Sindacato Ricevitori FeLSA-CISL lancerà una campagna per lo sviluppo di un adeguato aggiornamento professionale, utilizzando al meglio tutti gli strumenti di cui la CISL dispone, come:

– Enti formativi quali lo IAL-Cisl;

– Strutture adatte a livello provinciale e/o regionale per svolgere gli aggiornamenti necessari;

– Rapporti con le Istituzioni e la Pubblica Amministrazione, ecc …

 

Il Sindacato Ricevitori Felsa-Cisl è disponibile a cooperare con chiunque, provider, concessionario o licenziatario, nazionale o comunitario, condivida l’obiettivo di valorizzare la professionalità degli operatori della propria rete trasformandoli in un punto di forza qualificato e professionale.

Per il raggiungimento di tali obbiettivi e non solo, il Sindacato Ricevitori FeLSA-CISL continuerà a confrontarsi e dialogare con tutte le parti interessate, sia istituzionali e sia sindacali e imprenditoriali, alle quali rivolgiamo una richiesta di reale disponibilità e collaborazione, allo scopo di migliorare l’attuale situazione del mercato dei giochi e di conseguenza l’attività di tutte le lavoratrici e lavoratori coinvolti.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito