Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Min. Salute. Gioco d’azzardo e giovani: in Campania il picco dei giocatori, l’1,8% può essere considerato dipendente

In: Cronache

16 giugno 2015 - 17:38


fiches-2

(Jamma) Sono stati presentati nei giorni scorsi i risultati della rilevazione 2014 del Sistema di Sorveglianza HBSC Italia (Health Behaviour in School -aged Children-Comportamenti collegati alla salute dei ragazzi in età scolare), promosso dal Ministero della Salute/CCM (Centro per il Controllo e la prevenzione delle Malattie), con il coordinamento scientifico dell’Università degli Studi di Torino, Padova e Siena e in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, le Regioni e le Aziende Sanitarie Locali, per la rilevazione dei comportamenti e degli stili di vita degli adolescenti di 11, 13 e 15 anni (studenti delle Scuole primarie di II grado e Scuole secondarie).
Alla rilevazione 2014 hanno partecipato 3.317 classi distribuite in tutte le Regioni italiane. L’indagine rappresenta, quindi, lo strumento nazionale per il monitoraggio dei fattori e dei processi che possono determinare effetti sulla salute degli adolescenti, attraverso la raccolta di dati sulla salute, sui comportamenti ad essa correlati e sui loro determinanti.

Il gioco d’azzardo

Nell’indagine HBSC 2014 sono state aggiunte, nei questionari destinati ai quindicenni, delle domande relative al gioco d’azzardo. Dai risultati si evidenzia che circa il 60% dei 15enni maschi e il 22% delle femmine ha sperimentato il gioco d’azzardo.
Se si considera solo l’ultimo mese prima dell’indagine si vede come oltre il 30% dei ragazzi e quasi il 4% delle ragazze hanno giocato d’azzardo. Esiste un netto gradiente
Nord-Sud in merito al gioco d’azzardo praticato nel mese prima dell’indagine con picchi che vanno dal 7% della P.A. di Trento ad oltre il 44% della Campania.
L’indagine ha, inoltre, evidenziato che quasi l’1,8 dei maschi di 15 anni può essere considerato dipendente dal gioco e quasi l’8% è a rischio dipendenza. Secondo il protocollo di studio HBSC-OMS, sono considerati a rischio dipendenza gli studenti che dichiarano di aver sentito il bisogno di scommettere sempre più denaro oppure hanno dovuto mentire su quanti soldi avevano scommesso/giocato;vengono considerati dipendenti , invece,gli studenti che hanno sentito il bisogno sia di scommettere sempre più denaro sia di dover mentire sulla somma scommessa.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito