Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Maggi (Acadi) conferma errore dati sulle slot e chiede rettifica a Il Sole 24 Ore

In: Cronache

13 aprile 2012 - 15:54


awp20

(Jamma) “Ho letto l’articolo de Il Sole 24 Ore e sono rimasto molto stupito nello scoprire che avrei dichiarato che esercenti, gestori e concessionari si spartiscono il 90% dei 44,9 miliardi di euro di raccolta del 2011!” a parlare è Giovanni Emilio Maggi, presidente di Acadi. Ieri da questa testata avevamo chiesto come mai Maggi non avesse ancora chiesto di rettificare quanto attribuitigli dal giornalista de Il Sole 24 Ore . “La raccolta degli apparecchi da intrattenimento (NewSlot e Videolottery), infatti, è una cifra “lorda” e più esattamente indica quanto è stato materialmente inserito all’interno delle macchine. Come ho specificato nel corso dell’intervista, 35,7 miliardi di euro sono
tornati nelle tasche dei giocatori sotto forma di vincita.

La cifra da cui partire per le valutazioni reddituali e’, pertanto, di 9,2 miliardi di euro, somma a cui va sottratto il Preu, Prelievo Erariale Unico, che è del 12,60% sulle NewSlot e del 2% sulle VLT, e lo 0,80% che è destinato ai Monopoli. Nel 2011, quindi, solo le entrate erariali (senza considerare il canone di concessione dei Monopoli), sono state di 3,9 miliardi di euro, dati ufficiali AAMS, quindi quel che rimane per retribuire l’intera filiera, è ben altra cifra!

La somma riportata nell’articolo, che dichiara miliardari gli esercenti, i gestori e i concessionari, credo sia frutto di un errore materiale, visto che la stessa giornalista, in un altro articolo
scritto sulla stessa pagina, riporta la differenza tra il giocato e quanto rimasto al netto del payout.

Auspico segua una rettifica del pezzo “A esercenti e gestori il 90% degli introiti dalle slot” perchè c’è già troppa confusione sui numeri del settore e vorrei evitare ulteriori confusioni certamente non
ascrivibili a mie dichiarazioni.”

Commenta su Facebook


Realizzazione sito