Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

ISTAT RAPPORTO ANNUALE. In calo la spesa degli italiani per i giochi (tabelle)

In: Cronache

22 maggio 2012 - 12:26


superenalotto-sivincetutto-

(Jamma) Nel periodo 1997-2010 circa il 69% delle famiglie italiane con i livelli di spesa più basse, ha modificato la spesa mensile per qualità e quantità di prodotti acquistati, ma hanno mantenuto la spesa media per lotterie, lotto e totocalcio

Fra i temi più rilevanti su cui si sofferma il Rapporto Annuale dell’Istat – presentato oggi alla Camera – emergono quelli delle caratteristiche competitive del sistema economico italiano. Nel periodo 1997-2010 circa il 69% delle famiglie italiane con i livelli di spesa più basse, ha modificato la spesa mensile per qualità e quantità di prodotti acquistati. Ne hanno risentito i beni durevoli (accessori per la casa e elettrodomestici per esempio), le spese per assistenza disabili e anziani e sono state quasi eliminate le spese per visite mediche. Le famiglie hanno però mantenuto la spesa media per l’acquisto di detersivi, abbonamenti radio e tv, animali domestici, giocattoli. Un lieve calo per i giochi come lotterie, lotto e totocalcio.

Le famiglie meno abbienti nel 1997 spendevano – mensilmente – per i giochi il 2,7% della spesa non alimentare, il valore è passato al 2,1% nel 2010. Era del 5,3%, invece, il valore della media di spesa per tempo libero, cultura e giochi di tutte le famiglie italiane nel 1997: questo valore – si legge nel rapporto – nel 2010 è sceso al 4,4%. All’interno di questo segmento per i giochi si è registrato un calo, seppure lieve, rispetto a quindici anni fa.

 

clicca sulle immagini per ingrandirle

 

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito