Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

ISTAT. Le famiglie nel 2013 hanno ridotto acquisti per giochi, lotto e lotterie

In: Cronache

10 luglio 2014 - 15:38


istat

(Jamma) Il valore medio della spesa mensile nel 2013 per famiglia risulta pari a 1.989 euro con una diminuzione del 4,3% rispetto al 2012. E’ quanto rivela l’ISTAT nell’ultimo report sui consumi delle famiglie italiane. La progressiva diminuzione caratterizza anche la spesa per il tempo libero e la cultura (la quota dal 4,2% del 2011 passa al 4,1% del 2012 e al 4% del 2013); le famiglie riducono soprattutto la spesa per praticare attività sportive e per l’acquisto di articoli sportivi, per cinema, teatro, giornali, riviste, libri, giocattoli e quindi anche per giochi pubblici, lotto e lotterie.
Tra le famiglie di cinque o più componenti, oltre un quinto (il 22,4%) della spesa totale è destinato ai generi alimentari (contro il 18,4% delle famiglie di un solo componente). Più elevate anche le quote per abbigliamento e calzature (il 5,4% contro il 3,8% delle famiglie di un solo componente), per trasporti (16,3% contro 12%), per istruzione (2,5% contro 0,3%) e per tempo libero, cultura e giochi (4,1% contro 3,7%). Più basse, invece, quelle per abitazione (23,4% contro il 34,7%), per mobili, elettrodomestici e servizi per la casa (4,3% contro 5,2), per altri beni e servizi (9,4% contro 9,9%) e per sanità (3,2% contro 3,5%).

Alla luce di dati come quelli pubblicati dall’ISTAT e quindi registrati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli relativamente alla spesa per servizi di gioco pubblico risulta sempre più difficile sostenere, così come stanno facendo alcuni politici italiani, interventi che prevedono il reperimento dei fondi necessari alla copertura finanziaria attraverso il prelievo erariale applicato alla raccolta di gioco pubblico. mm

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito