Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

IMGL 2014. A Firenze si parla del rapporto tra gioco d’azzardo, pubblica opinione e media

In: Cronache

6 novembre 2014 - 14:25


imgl2014firenze

(Jamma) L’industria del gambling a livello mondiale deve sviluppare una maggiore consapevolezza circa per motivazioni che sono alla base di certe decisioni politiche e rapportarsi con qeste. Le lobbies anti-gambling si stanno dimostrando molto più capaci di mobilitare media e pubblica opinione di quanto abbia fatto o stia facendo il settore. E’ una delle affermazioni che ha visto concordi molti dei partecipanti alla sessione dell’International Master Gaming Law che si tiene oggi a Firenze. L’evento vede la partecipazione dei più noti esponenti del diritto del gaming a livello internazionale. La conferenza prevede moltissimi interventi sui più svariati temi oggi oggetto di dibattito, ma la questione che ha tenuto banco nel corso della mattinata è proprio il rapporto tra industria del gioco e pubblica opinione.
L’industria del gambling, è stato detto, deve prendere esempio da quella delle bevande alcoliche in materia di responsabilità sociale. Deve cominciare ad investire e affrontare positivamente il problema del gioco d’azzardo patologico.

Altra questione di sui si è parlato sempre relavamente al rapporto tra gioco e informazione riguarda l’attività delle associazioni. E’ stata evidenziata la grave carenza di informazioni e il difficile rapporto tra l’industria e la stampa nazionale. Tra i rari esempi postivi quello di AGA, associazione statunitense e ECA, associazione dei casinò europei, e l’ottimo lavoro che hanno fatto attraverso la diffusione di dati ‘positivi’. Quando le ricerche e gli studi sono sponsorizzati da privati, come nel caso degli operatori del gioco però, è facile screditarli, contrariamente a quanto succede alle ricerce finanziate dalla stoto, anche se ci potrebbe essere un conflitto di interessi. A questa situazione, è stato detto nel corso della conferenza, è necessario porre rimedio. foto AGB

Commenta su Facebook


Realizzazione sito