Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco d’azzardo patologico. A Roma prosegue l’attività del progetto finanziato dal Dipartimento Politiche Antidroga

In: Cronache

20 febbraio 2015 - 08:00


serpelloni

(Jamma) Si tiene oggi a Roma, presso la sede del CNR , un Il Convegno di una giornata, promosso nell’ambito del progetto “NeuroGAP” finanziato dal Dipartimento delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, tratterà il tema del gioco d’azzardo patologico sotto diversi aspetti, dalla preclinica su modelli animali, agli approcci farmacologici, ai modelli psicobiologici sino alle comorbilità psichiatriche. Verranno affrontate le strategie di intervento e, all’interno di una tavola rotonda, le evidenze scientifiche, le ricadute operative territoriali e il ruolo del SSN.

E’ interessante sapere che fortunatamente si continua a lavorare su quei progetti che oltre un anno fa sono stati promossi dal Dipartimento delle Politiche Antidroga e finanziati, ovviamente, con soldi pubblici. Finanziamenti per diverse centinaia di migliaia di euro destinati appunto a studi che dovrebbero, almeno così si spera, fare chiarezza sulle dimensione del fenomeno del gioco patologico in Italia. Le ricerche prevedono tempi di lavoro abbastanza lunghi e proprio per uesto sul fenomeno del GAP si continua a sfornare numeri di ogni tipo. Secondo alcuni infatti i giocatori patologuico sarebbero almenbo un milione, molti dei uali minori. I risultati di ueste ricerche, dovrebbero, speriamo portare un po’ di chiarezza.

Di seguito il programma dell’evento.

Giovanni Biggio Coordinatore del Progetto Professore afferente all’Istituto di Neuroscienze, CNR, Cagliari Eugenio Aguglia Università di Catania – Dipartimento Medicina Clinica e Sperimentale Walter Adriani Istituto Superiore di Sanità – Dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze, Roma Graziella Boi Direttore UOC Centro per il Trattamento dei Disturbi Psichiatrici correlati ad alcol e gioco d’azzardo, DSM ASL Cagliari Daniela Capitanucci Associazione AND – Azzardo e Nuove Dipendenze Roberto Ciccocioppo Università degli Studi di Camerino, Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute Massimo Diana Direttore SER.D 1, SER.D 2, ASL Cagliari Sylvie Granon Equipe “Neurobiologie de la prise de dècision” NeuroPsi Unit, CNRS, Universitè Paris Sud, Orsay Angela Gregorini Vicesindaco e Assessore al personale, alle Attività Produttive, al Commercio e ai Rapporti con l’Università, Comune di Pavia Adriana Iozzi Direttore UFM SERT C ASL 10 Firenze Giovanni Laviola Istituto Superiore di Sanità, Dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze, Roma Roberto Mollica ASL Milano Alessandra Liquori O’Neil Carlo Rienzi Programme Officer, United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute Presidente CODACONS Giovanni Serpelloni Osservatorio Nazionale Gioco d’Azzardo ( in foto) Matteo Temporin Università Cattolica del Sacro Cuore – Sede di Brescia Ruth J. Van Holst Amsterdam Institute for Addiction Research, Academic Medical Center, University of Amsterdam – Department of Psychiatry, Amsterdam Gabriele Zanardi Università degli studi di Pavia – Dipartimento di Sanità Pubblica, Neuroscienze, Medicina Sperimentale e Forense

Commenta su Facebook


Realizzazione sito