Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco d’azzardo online, il prof. Marino: “Più pericoloso di quello tradizionale”

In: Cronache, Primopiano2

10 ottobre 2016 - 17:44


ludopatia azzardo

(Jamma) – “Il fenomeno del gioco d’azzardo on line è in crescita soprattutto tra i giovani” spiega il prof. Vincenzo Marino, psichiatra e psicoterapeuta che ha diretto per oltre 30 anni il Dipartimento delle Dipendenze dell’A.S.L. di Varese, è docente di Psicologia Applicata presso l’Università dell’Insubria ed ha scritto “La vita in gioco? Il gioco d’azzardo tra divertimento e problema”.

 

“Una situazione fotografata anche dai numeri – continua l’esperto – che ci raccontano che nel 2014, il gioco on line ha rappresentato il 4,2% delle somme giocate superando i 720 milioni di euro”. Il gioco sul web è più pericoloso di quello tradizionale perché “è ipnotico, mancano le distrazioni del mondo reale, stimoli che aiutano a mantenere il contatto con la realtà”.

 

“I giovani e gli adolescenti in particolare sono più vulnerabili perché a partire dalla pubertà – spiega Marino – c’è una produzione di testosterone che attiva i sistemi agonistici e quindi diventa importante vincere e il gioco d’azzardo come altre dipendenze alza i livelli di dopamina, ma questo tipo di benessere – conclude l’esperto – è aleatorio e temporale”.


Nessun articolo correlato trovato

Commenta su Facebook


Realizzazione sito