Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Emendamento Milleproroghe. Slitta al 30 giugno 2013 bando di gara per concessioni poker sportivo

In: Cronache

14 dicembre 2012 - 18:29


poker
Milleproroghe. Modifica agli scaglioni del Preu

 

Milleproroghe. Dal 1° gennaio 2013 Preu al 21%

 

Milleproroghe. Versamento del Preu anche in caso di mancata riscossione

 

Marino (Pd): Un emendamento per stop proroga ludopatie
Pubblicità sui giochi. Slitta al 30 giugno 2013 entrata in vigore delle norme ‘Balduzzi’
Milleproroghe. Slitta al 30 giugno 2013 tassa del 6% sulle vincite alle videolotterie
Milleproroghe. Termine per Decreto interdirigenziale su contrasto alla ludopatia slitta al 30 giugno 2013

 

(Jamma) Con un emendamento al decreto legge di Stabilità all’esame del Senato il Governo fa slittare al 30 giugno prossimo il termine ultimo per indire un bando di gara per il rilascio di 1000 concessioni novennali per il poker sportivo.  La proroga è compresa in una serie di altri interventi contenuti in un emendamento presentato in queste ore al Senato.

Il rilascio delle concessioni in questione è stato previsto con un decreto legge del 2011. La norma prevede che , nel rispetto dei principi comunitari, con provvedimenti del Ministero dell’economia e delle finanze – Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, vengano “aggiudicati, tramite gara da bandire entro il 30 novembre 2011, concessioni novennali per l’esercizio del gioco del poker sportivo di cui al primo periodo, in numero non superiore a 1.000, previa effettuazione di una o piu’ procedure aperte a soggetti titolari di concessione per l’esercizio e la raccolta, anche su rete fisica, di uno o piu’ giochi di cui al comma 11 dell’articolo 24 della legge 7 luglio 2009, n. 88, nonche’ ai soggetti che rispettino i requisiti e le condizioni di cui al comma 15 dell’articolo 24 della legge 7 luglio 2009, n. 88. I punti di esercizio sono aggiudicati, fino a loro esaurimento, ai soggetti che abbiano presentato le offerte risultanti economicamente piu’ elevate, rispetto ad una base pari ad euro 100.000 ed operano a seguito dell’avvenuto rilascio della licenza prevista dall’articolo 88 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773.”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito