Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Draghi presenta la nuova banconota da 5 euro, in circolazione dal prossimo 2 maggio

In: Cronache

10 gennaio 2013 - 17:37


euro1
Scopri la nuova banconota da 5 euro

 

(Jamma) Come già annunciato, il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi questo pomeriggio  ha rivelato l’aspetto della banconota da 5 euro che segna l’inizio della nuova serie dedicata a Europa.

 

Nel biglietto, recita un comunicato, sono state integrate alcune caratteristiche di sicurezza nuove e avanzate. La filigrana e l’ologramma recano il ritratto di Europa, figura della mitologia greca da cui la nuova serie prende il nome.
L’elemento più evidente è “numero verde smeraldo”, che cambia colore passando dal verde smeraldo al blu scuro e produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. Sui margini destro e sinistro della banconota sono percepibili dei trattini in rilievo che ne agevolano il riconoscimento, soprattutto per le persone con problemi visivi.

La presentazione del nuovo biglietto ha costituito il momento saliente dell’inaugurazione della mostra “Il nuovo volto dell’euro”, in programma al Museo Archeologico di Francoforte sul Meno dall’11 gennaio al 10 marzo 2013.

Nuove caratteristiche di sicurezza saranno incluse in tutti i nuovi biglietti: sono facili da verificare applicando il consueto metodo “toccare, guardare, muovere”, ricordano la Bce e l’Eurostema. La nuova serie riporta gli stessi disegni della prima serie (ispirata al tema “Epoche e stili”) e gli stessi colori dominanti. Il pezzo da 5 euro è il primo a essere emessa, a partire dal 2 maggio 2013, mentre gli altri tagli, ovvero 10, 20, 50, 100, 200 e 500 euro, saranno introdotti in ordine ascendente nel corso dei prossimi anni.

Al principio la prima serie circolerà insieme ai nuovi biglietti, ma sarà gradualmente ritirata dalla circolazione e infine dichiarata fuori corso. La data in cui cesserà di avere corso legale verrà annunciata con largo anticipo. Le banconote della prima serie manterranno tuttavia il rispettivo valore a tempo indeterminato e potranno essere cambiate presso le banche centrali nazionali dei paesi dell’area dell’euro in qualsiasi momento. Nella penisola quindi si potranno portare presso la banca d’Italia.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito