Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Badia. Voto unanime del comune contro le sale da gioco

In: Cronache

25 luglio 2012 - 10:09


slotdi

Badia. Il consiglio comunale chiamato a votare il divieto di qualunque forma di gioco d’azzardo sul territorio

 

Casinò Campione: sale a 210 il numero degli esuberi

 

(Jamma) Il Comune di Badia (Bz) ribadisce, con fermezza, il suo no alle sale da gioco e alle slot machine. La proposta del sindaco Frenademetz è stata accolta in pieno ieri dal consiglio comunale, a larghissima maggioranza. Ma non si può intervenire drasticamente per togliere le macchinette mangiasoldi dai locali dove già sono installate: da qui la decisione, fatta propria da consiglio e giunta, di fare ogni tentativo per eliminare queste macchinette dai bar sul territorio comunale di Badia. Il consiglio comunale ha dedicato grande attenzione al problema del gioco d’azzardo arrivando alla decisione di recepire le indicazioni della giunta provinciale: alla fine ha approvato la sua strategia, che prevede il no all’apertura di sale da gioco entro 300 metri dalle zone cosìddette sensibili. Il consiglio di Badia queste zone le ha già individuate e messe nero su bianco per evitare, da subito, i tentativi di resistenza dei gestori di queste sale. Sono le aree immediatemente a ridosso di scuole, edifici socio sanitari o con finalità specificatamente sociali. Il sindaco Giacomo “Iaco” Frenademetz ha dichiarato, alla fine della seduta, di essere soddisfatto di quanto deciso dal consiglio comunale. «Faremo di tutto – ha aggiunto – per convincere i titolari degli esercizi pubblici dove sono già in funzione le macchinette mangiasoldi, a toglierle. Ne va del prestigio degli stessi bar. Purtroppo non abbiamo la competenza, come Comune, per disporre la loro eliminazione ma intanto ci siamo adeguati alle disposizioni provinciali, poi proseguiremo nell’opera di convinzione dei titolari dei bar».

Commenta su Facebook


Realizzazione sito