Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AS.TRO. Termine della fase straordinaria: “ora si tratta” per allestire un mercato “liberale” delle AWP

In: Cronache

17 marzo 2016 - 19:25


astro

(Jamma) – Al riscontro già pervenuto da parte dei concessionari Admiral Gaming, Codere, Gamenet, NetWin, NTS, Sisal e Snai-Cogetech, circa la possibilità di percorrere con AS.TRO un tentativo comune per “aprire” il mercato AWP (affermando anche qualche “principio“ di illuminismo economico nel gioco lecito), l’Associazione AS.TRO ha dato il fisiologico seguito.

«Attraverso l’inoltro avvenuto stamane, alle citate reti telematiche, di un documento contenente una piattaforma di principi e istituti da sottoporre a discussione, AS.TRO ha proposto formalmente un incontro finalizzato verificarne i perimetri di condivisione raggiungibili.

L’importanza della fase che AS.TRO sta cercando di aprire, e concludere nel segno della tutela della concorrenza, è evidente: in un momento in cui il “tetto massimo di Nulla osta” è fissato per Legge (e non può più aumentare), le regole di ingaggio tra i vari operatori devono essere veramente idonee a garantire quella libertà di impresa che il nostro Ordinamento tutela.

In un momento in cui ogni espansione diventa il frutto di una contrazione necessaria a mantenere la neutralità del risultato finale, ogni “paletto” concorrenziale e ogni “pregressa” contrattualistica protezionistica diventano obsoleti e superati dalla realtà di mercato delineata dalla Legge n. 208/2015.

Il primo approccio a questa legge è stato il “congelamento” della posizioni, correttamente qualificato in termini di “straordinarietà”.

Ora si apre una trattativa finalizzata ad affermare i principi della concorrenza, dalla quale tanto lo Stato quanto i player economici trarranno quel benefico effetto che negli altri settori c’è da sempre: la contrazione dei progetti industriali meno virtuosi, e l’espansione delle realtà migliori sul mercato».


Nessun articolo correlato trovato

Commenta su Facebook


Realizzazione sito