Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Arezzo. L’Udc chiede un Piano Regolatore per le sale giochi

In: Cronache

8 febbraio 2012 - 11:13


 (Jamma) Un piano che regoli l’apertura delle sale giochi di Arezzo. La richiesta parte dal gruppo dell’Udc in comune che ha spiegato come negli ultimi anni la città toscana abbia assistito ad un proliferare di sale giochi con slot machine.

Questi luoghi, che legalizzano il gioco d’azzardo, attraggono un numero sempre più alto di cittadini che, con la prospettiva del facile guadagno e del divertimento, cadono in un vero e proprio vortice di dipendenza. A lanciare questo segnale d’allarme è Luigi Scatizzi, consigliere comunale del Nuovo Polo per Arezzo-Unione di Centro, che, nell’ultimo seduta del consiglio, ha presentato un’interrogazione al sindaco Fanfani in cui ha esposto il problema. Scatizzi ha chiesto al Comune di attivarsi per arginare tale fenomeno e per prevedere un piano che regolamenti l’apertura di nuove sale giochi. «Sono tre le richieste della mia interrogazione – spiega. – Che si realizzi un piano che regolamenti le concessione per questi “mini-casinò cittadini”, per evitarne concentrazioni in talune zone creando disagio e degrado per i residenti; che si monitori sulla provenienza degli investimenti che alimentano queste reti del gioco d’azzardo; che si attivi un canale con la Guardia di Finanza per il controllo del giro di denaro di tali attività».

Commenta su Facebook


Realizzazione sito