Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Alessandro Bompieri (dir. gen. Divisione Media Gruppo RCS) “Il progetto di sbarco (con GazzaBet) nel mercato delle scommesse sportive online va avanti ma senza il coinvolgimento della redazione”

In: Cronache

24 gennaio 2014 - 15:37


Bompieri

(Jamma) “Come confermato dal nostro amministratore delegato la scorsa settimana, i nostri progetti non cambiano e l’attività relativa al betting on-line verrà lanciata prima dei Mondiali di Calcio – ha dichiarato ad Agimeg Alessandro Bompieri, direttore generale divisione Media del Gruppo RCS, in merito al progetto della creazione di un’attività di betting on-line nel Gruppo RCS –  I principi che ci hanno guidato nella decisione sono due: siamo in una fase di trasformazione dell’editoria in cui dobbiamo necessariamente allargare i servizi per i lettori e questo progetto nasce infatti da ricerche di mercato effettuate nei mesi scorsi tramite focus group e ricerche quantitative con i lettori di Gazzetta. Inoltre, solo i grandi editori hanno l’autorevolezza, il prestigio e la forza per innovare in questi nuovi ambiti,  come testimoniato ad esempio dal successo di BSkyB nel Regno Unito. Vorrei ribadire che non vi sarà nessuna interferenza né contaminazione tra la redazione e la piattaforma del betting on-line. E’ stata infatti nostra priorità, sin dalle prime fasi esplorative relative a questo progetto, assicurarci che l’autorevolezza e l’indipendenza de La Gazzetta dello Sport non venissero in alcun modo toccate. In egual modo abbiamo lavorato per garantire il massimo livello di tutela e sicurezza per i nostri lettori, anche attraverso la scelta di un partner tecnologico di primaria rilevanza internazionale. Oltre al naturale rispetto delle regole deontologiche, che da sempre contraddistingue il nostro Gruppo, abbiamo dato ampia disponibilità a tutte le strutture sindacali per individuare di comune accordo ulteriori elementi di tutela. Vorrei infine precisare che alcuni rumour, purtroppo ripresi anche a livello istituzionale nei giorni scorsi, sono totalmente infondati: in particolare, il nostro progetto di betting on-line non ha mai previsto e non prevederà il coinvolgimento di un’entità interna alla redazione per la sua gestione, né la pubblicazione sulla testata di pagine o servizi editoriali dedicati alle quote delle scommesse sportive”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito