Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AAMS e Ctd: le scelte sulla tassazione

In: Cronache

11 giugno 2012 - 10:48


scommessebigli

(Jamma) E’ stata definita addirittura come “clamorosa” l’ultima decisione fiscale dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato: in effetti, l’ente in questione ha reso pubblica una circolare che mette ben in evidenza il trattamento tributario da riservare al mercato delle scommesse e in generale al cosiddetto gioco offshore. 

I Monopoli hanno dunque deciso di fare chiarezza in merito all’imposta unica sulle scommesse e sui concorsi a pronostici, così come emerge da un testo normativo ben preciso, la Legge 220 del 2010 (le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato, per intenderci la legge di stabilità relativa al 2011). Le novità riguardano anche il web e gli operatori di nazionalità straniera.
Ebbene, i Centri di Trasmissione Dati che sono collegati con i bookmakers stranieri e che non hanno alcun tipo di concessione devono rispettare la normativa fiscale del nostro paese, con la legge che interviene in maniera retroattiva: una sentenza della Corte di Giustizia Europea è stato l’appiglio decisivo in questo senso. Anzitutto, i soggetti passivi sono individuati in coloro che gestiscono con ogni mezzo, per conto proprio o di soggetti terzi, i concorsi a pronostici e le scommesse di qualsiasi tipo. L’autoliquidazione dell’imposta avviene avvalendosi del modello F24 Accise.

Per quel che riguarda poi la già citata retroattività, c’è da dire che le norme della legge 220 possono essere tranquillamente applicate anche in merito a quei periodi di imposta che sono anteriori rispetto a quelli di entrata in vigore del testo. Una configurazione molto interessante, in conclusione, è quella relativa alla responsabilità solidale: come ha chiarito l’Aams, esiste proprio una responsabilità per le imposte e le sanzioni pecuniarie tra il bookmaker straniero e il soggetto che è titolare di un Ctd, visto che si può arrivare anche all’obbligo solidale del pagamento dell’imposta e delle sue multe.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito