Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AAMS. Abrogazione del limite geografico al trasferimento dei diritti – Legge 26 aprile 2012, n.44

In: Cronache

23 maggio 2012 - 15:05


AAMS. In arrivo per il calcio nuove scommesse in palinsesto

 

(Jamma) L’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato ha provveduto a comunicare ai concessionari abilitati alla raccolta dei giochi pubblici l’abrogazione del limite geografico al trasferimento dei diritti – Legge 26 aprile 2012, n. 44.

Di seguito il testo integrale del comunicato.

“Il decreto legge 2 marzo 2012, n. 16, come convertito dalla legge 26 aprile 2012, n. 44 (cosiddetto “Decreto Fiscale”), recante “Disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento” ha stabilito all’articolo 10, comma 9-novies, secondo periodo, l’abrogazione della disposizione normativa che prevedeva “la determinazione del numero massimo dei punti vendita per provincia aventi come attività principale la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblici in considerazione dei punti di vendita già assegnati”. In particolare, l’articolo in questione stabilisce che “sono abrogati i commi 37 e 38 dell’articolo 24 del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, la lettera e) del comma 287 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2004, n. 311, nonché la lettera e) del comma 4 dell’articolo 38 del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248”.

Considerate le limitazioni vigenti con riferimento ai diritti aggiudicati ai sensi dell’art. 38 commi 2 e 4, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223 convertito con modificazioni ed integrazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, l’applicazione delle norme in parola determina il superamento del limite geografico (provinciale per i diritti ippici, comunale per i diritti sportivi) nonché la conseguente abrogazione delle disposizioni in materia di trasferimento dei diritti medesimi.

Tanto premesso, per motivi tecnici a partire dal 28 maggio 2012, si potranno effettuare, nelle consuete modalità, le richieste di variazione dei luoghi di accettazione delle scommesse come previsto dalla normativa”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito