Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Sarà Luca Frigerio il nuovo presidente di Federgioco

In: Casinò

26 marzo 2012 - 11:46


luca_frigerio

(Jamma) È l’amministratore unico di Casino di Saint-Vincent e Grand Hôtel Billia che guiderà l’associazione rappresentativa dei Casino italiani, Federgioco. Il settore, con 405 milioni di euro di proventi nel 2011, dà lavoro a circa 3000 persone, ma è un mercato in trasformazione a causa di diversi fenomeni tra i quali la recessione e l’evoluzione dell’offerta verso formule sempre più di leisure. Correlata a questa situazione è l’emergenza delle ludopatie. E Frigerio annuncia: “Vogliamo cambiare le regole del gioco”. Il programma sarà reso noto alla Conferenza stampa, il 3 aprile, a Roma, Hotel Minerva, piazza Minerva, alle ore 12. 30.

Luca Frigerio, 42 anni, di Cantù (Como), amministratore unico di CAVA Spa, cui fanno capo il Casino di Saint Vicent e il Grand Hôtel Billia, dal 1 aprile sarà il nuovo presidente di Federgioco, l’associazione che riunisce le case da gioco italiane di Campione d’Italia, Saint-Vincent, Sanremo e Venezia. Frigerio, già Vice presidente Federgioco dal marzo 2011, succede alla presidenza di Carlo Pagan. “Ora vogliamo cambiare le regole del gioco in Italia, anche perché il mercato delle sale da gioco è sempre più un’offerta di tipo turistico nel senso più ampio, riguardando quindi i mercati dell’intrattenimento e del leisure”.

Il suo programma tocca infatti ogni ambito di pertinenza dell’associazione: “Intendiamo aprire Federgioco a un dialogo costruttivo con le istituzioni – annuncia –. Il gioco ha assunto ormai una rilevanza economica e sociale che chiama gli operatori a maggiori responsabilità e però anche alla necessaria autorevolezza per collaborare con gli organi legislativi”. “I Casino nel 2011 hanno registrato 405 milioni di euro di proventi, dando lavoro a circa 3000 persone. Il settore tuttavia attraversa una fase di profonda trasformazione – continua Frigerio – pertanto occorre affrontare con lucidità e concretezza la situazione per predisporre piani strategici realistici ed efficaci”. Il programma di Frigerio comprende la lotta alle ludopatie e quindi la lotta al gioco non autorizzato e il sostegno ai Casino Federgioco, soggetti a severi controlli e discipline, a salvaguardia dei giocatori e contro il riciclaggio. Dice Frigerio: “Il gioco d’azzardo drena risorse economiche pari al 10 per cento del Pil e questo è oggi uno dei nuovi ostacoli allo sviluppo economico del nostro Paese”.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi