Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

In Val d’Aosta restrizioni alle slot nei bar, ma sono quelle che fanno guadagnare il Casinò

In: Casinò

12 giugno 2015 - 11:43


awp-tec

(Jamma) Nei primi cinque mesi del 2015 il fatturato giocato al Casinò di Saint-Vincent ha fatto registrare una diminuzione dell’undici per cento, nonostante sia aumentato del diciotto per cento il volume di denaro rischiato, passato da 128 ai 152 milioni di euro. Solo le “slot machine” hanno fatto segnare una crescita del fatturato, pari al cinque per cento.
I dati sono stati resi noti da Ego Perron, assessore regionale al bilancio e finanze, con delega sulla Casa da gioco, in Consiglio Valle,  rispondendo a due interpellanze presentate da Laurent Viérin dell’Union Valdôtaine Progressiste e da Albert Chatrian di Alpe: «nei prossimi mesi saranno introdotte novità su nuove macchine, che si spera consolidino l’andamento favorevole – ha precisato l’assessore – sui giochi da tavolo, il fatturato rileva una flessione del quasi ventisei per cento da ascriversi totalmente alle perdite del banco della “Roulette francese” e della “Fair roulette”. Per questi due giochi, a fronte di un aumento del denaro giocato del cinque per cento, il risultato complessivo è in diminuzione del sessantasei per cento. L’aumento del giocato e la perdita del banco hanno portato ad aumentare fortemente le mance rispetto al 2014. Si immagina allora che i numeri nel 2015 si riequilibreranno e che i volumi di gioco resteranno in linea».

E proprio ieri il Consiglio ha approvato un ddl che introduce restrizioni alla installazione delle slot negli esercizi pubblici.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito