Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Casinò Venezia. Un semestre difficile ma ci sono segnali positivi

In: Casinò

4 luglio 2012 - 10:04


casinòvenezia2

Casinò de la Vallée. E’ polemica sui risultati del secondo trimestre

 

(Jamma) Il Casinò di Venezia chiude il primo semestre 2012 con un incasso complessivo delle sedi di 60.286.691 euro contro i 76.996.634 del 2011. La flessione dell’incasso al netto delle mance registrata nei primi 6 mesi del 2012 si è attestata al 21,5%. Tale decremento risulta allineato al trend negativo delle case da gioco nazionali (Campione – 20,6%, Saint Vincent -16,8%, Sanremo -23,4%), nonostante il Casinò di Venezia abbia scontato 15 giorni di chiusura dell’attività di entrambe le sedi per sciopero nei mesi di marzo e aprile. 15 giorni di blocco totale sono pari ad una percentuale dell’8,2% di giornate non operative nel semestre. L’incidenza negativa della sospensione dell’attività è tuttavia superiore alla media se si considera che l’astensione dal lavoro è avvenuta anche in giorni di particolare flusso e incasso quali sono quelli delle festività pasquali.

Particolarmente contenuta la flessione del settore tavoli di Ca’ Noghera che nei primi 6 mesi dell’anno evidenzia un calo solo del 3,5% nonostante i giorni di chiusura.

Nel bimestre di maggio e giugno alla ripresa dell’attività il trend negativo per il Casinò di Venezia si è allentato rispetto ai mesi precedenti attestandosi al 13%, decremento che rappresenta il minor indice di flessione nel mercato nazionale delle case da gioco (Campione -20,2%, Saint Vincent -18,6%, Sanremo – 29,5%).

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito