Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Casinò di Venezia. Da Villa (M5S): ‘Governo faccia luce sulle perdite della casa da gioco’

In: Casinò

7 maggio 2014 - 10:11


veneziacasino

 

(Jamma) “Intervengo per sollecitare l’interrogazione a risposta in Commissione presentata il 15 ottobre scorso che riguarda l’affidamento a privati della gestione del Casinò di Venezia”. Ha dichiarato ieri in Aula alla Camera l’on. del M5S Marco Da Villa, sollecitando la risposta in Commissione da parte del governo su un’interrogazione presentata in autunno riferita alla privatizzazione del casinò di Venezia, la cui prima gara è andata deserta il 18 aprile scorso. “Assistiamo – prosegue l’onorevole – a un paradosso: da una parte la cittadinanza veneziana che si attiva (…) per recuperare ad un uso pubblico tale isola lagunare, dall’altra l’amministrazione comunale di Venezia che continua a svendere beni pubblici, come già il Fontego dei Tedeschi, le azioni della società aeroportuale SAVE ed ora lo stesso casinò.

Ora, la gara ad evidenza pubblica è andata deserta e già il sindaco Orsoni si è affrettato a dichiarare che nel nuovo bando ridurrà le già magre pretese economiche del comune. L’attuale richiesta, che ha ricevuto l’avallo dell’advisor incaricato della valutazione è infatti di 500 milioni di euro per trent’anni, mentre solo nell’ultimo anno il casinò ha fruttato 30 milioni di euro al comune. È quindi urgente che il Governo risponda all’interrogazione in questione, in particolare per far luce sull’esistenza e sull’entità delle presunte perdite addotte dall’amministrazione come ragione per la propria scelta di privatizzazione”.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito