Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Casinò di Lugano. Nel 2011 aumentano i visitatori ma cala la raccolta

In: Casinò

9 febbraio 2012 - 16:49


casino lugano

(Jamma) Lo scorso anno il Casinò di Lugano ha registrato una crescita del numero dei visitatori ma ha subito una diminuzione della raccolta, a causa della diminuzione in generale del mercato in questo settore. Infatti nel 2011 ha vissuto una situazione particolarmente difficile per la convergenza di fattori negativi quali il calo della quotazione dell’Euro rispetto al Franco svizzero, la crisi economica sul mercato di riferimento, l’aumento della concorrenza sul territorio italiano (lotterie e gioco on line) e, non da ultimo, le nuove norme svizzere che da inizio 2011 hanno ulteriormente diminuito i vantaggi delle Case da gioco con concessione A rispetto a quelle con concessione B (come il Casinò Mendrisio) permettendo a queste ultime di aggiungere 100 slots e di raddoppiare il Jackpot.

Il Cda della casa da gioco comunica che, nonostante tutto, il prodotto Casinò Lugano “piace alla clientela malgrado le condizioni di mercato difficili; lo dimostra l’aumento dei visitatori del 2% rispetto all’anno precedente. Almeno in parte questo aumento è dovuto all’apertura nel 2011 di NYX Club e NYX Lounge; Casinò Lugano è così diventato un polo d’intrattenimento a 360 gradi, e questo è un aspetto molto importante dal punto di vista strategico a medio e lungo termine poiché richiama una nuova fascia di clienti. Inoltre, in seguito alla riorganizzazione effettuata lo scorso anno, il risultato lordo del settore Food and Beverage è migliorato del 50% rispetto all’anno precedente”.

E ancora: “All’aumento di pubblico non corrisponde però un aumento della cifra d’affari. I clienti giocano meno rispetto al passato a causa sia della situazione economica sia del calo del tasso di cambio Euro/Franco, considerato che l’80% del giocato al Casinò di Lugano proviene da clienti italiani. L’incasso medio al giorno per cliente è sceso dai 200 franchi del 2010 ai 164 dell’anno scorso. Inoltre una serie di clienti importanti si è auto-diffidata durante il 2011 per motivi di carattere sociale, ai sensi di una norma della legge svizzera sulle Case da gioco, e quindi non torneranno più a giocare a Lugano. La conseguenza di questa serie di concause è che il prodotto”.

Lordo Giochi (PLG) nel 2011 è diminuito del 16% assestandosi a fr. 68.828.216 dopo che nel 2010 Casinò Lugano aveva registrato la più altra crescita di tutte le case da gioco svizzere. L’utile dopo le imposte sarà leggermente inferiore al 2010; comunque anche nel 2011 Casinò Lugano tra dividendi e sponsorizzazioni ha versato al Comune di Lugano e ad enti locali, una cifra vicina ai 4 milioni di franchi.

Prendendo come riferimento i dati ufficiali delle case da gioco italiane e ticinesi risulta comunque che Casinò Lugano ha retto relativamente bene tanto alla crisi dell’economia sul mercato di riferimento, quanto alla nuova concorrenza italiana e ai cambiamenti della legge Svizzera. Nel periodo 2009-2011, ovvero dall’inizio della crisi economica, i casinò italiani in media hanno perso il 30% del prodotto lordo e i concorrenti diretti di Casinò Lugano nel Sottoceneri hanno registrato una flessione tra il 21 e il 27%, mentre nello stesso periodo la diminuzione a casinò di Lugano stata del 14%.

Per rispondere al calo del mercato, Casinò Lugano “punta ora a potenziare ulteriormente l’efficienza e l’organizzazione, allo scopo di adattare la sua offerta alla domanda con l’obiettivo di ridurre i costi. Occorre considerare che in quanto azienda a maggioranza pubblica Casinò Lugano ha sempre mantenuto una struttura dei costi e una dotazione di personale più elevata rispetto alle Case da gioco private paragonabile. A tale proposito la Commissione federale delle Case da gioco, CFCG, in una recente riunione con i vertici di Casinò Lugano a Berna ha chiesto di affrontare la necessità di ridurre le spese con misure imprenditoriali, mantenendo la totale autonomia gestionale anche rispetto ad eventuali pressioni politiche esterne”.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito