Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Ancora un caso di GAP o la giustificazione per una azione irresponsabile? Arrestato bancario, sospetta truffa per giocare al casinò

In: Casinò

3 settembre 2014 - 08:57


casino lugano

(Jamma) – Un bancario italiano, residente a Lugano, è finito in carcere con l’accusa di aver perpetrato una truffa milionaria. L’uomo, autodenunciatosi, è stato dirigente della Julius Baer, e, successivamente, gestore esterno per una società di Lugano.
L’inchiesta, appena avviata, è coordinata dalla procuratrice pubblica Raffaella Rigamonti. Si sospetta che nel corso degli anni il 54enne abbia usato in maniera illecita e a scopi illegittimi almeno 9 milioni di franchi.
Sostiene d’aver speso tutto il denaro nei casinò ticinesi e sarà compito della procura verificare se quando dichiarato corrisponda al vero. Le accuse a suo carico sono truffa, appropriazione indebita e falsità in documenti.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito