Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Stabilità. 500 mln, Petrone (Sisal) “il 40% dei 45,8 milioni di euro spettano a Sisal, il resto agli altri operatori della filiera”

In: Apparecchi Intrattenimento, Aziende

25 maggio 2015 - 14:30


Petrone-Rapporto-sociale

(Jamma) Sisal verserà direttamente il 35-40% dei 45,8 milioni di euro previsti dalla Legge di Stabilità. E’ quanto ha dichiarato Emilio Petrone, ad di Sisal Group. La restante parte della quota dovrà essere versata dagli altri soggetti della filiera contrattualizzati con il concessionario. “Ad oggi è previsto che questa addizionale venga rideterminata alla fine di ogni anno, la somma di 500 milioni su tutti i concessionari e di 45,8 milioni a Sisal è stata calcolata solo per il 2015. Solo alla fine dell’anno, sulla base del numero degli apparecchi, verrà determinata la tassa per il 2016. Se si ridurrà lo share si ridurrà anche l’importo della tassa” ha aggiunto. La prospettiva di dover ridurre il numero degli apparecchi così come è stato annunciato dal Mef non sembra preoccupare troppo l’AD di Sisal. “Al momento sono solo voci. Non c’è nulla di ufficiale, sappiamo che stanno lavorando sulla riduzione del numero delle macchine da gioco presenti sul mercato. A mio parere si tratta di una cosa giusta. Non siamo contrari, siamo contrari alle decisioni irrazionali, ma non siamo contro la riduzione del numero delle macchine, ora è troppo alto” spiega. Per l’AD ci sono in funzione macchine che non registrano incassi adeguati, “abbiamo già ridotto un po’ il numero e nel caso in cui la riduzione sarà ragionevole non avrà nessun impatto significativo sul business. E questa è una cosa buona.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito