Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Per Snai si chiude un semestre ‘nero’. Perdite per 11 mln di euro e l’incognita Vlt

In: Aziende

4 agosto 2012 - 16:38


Documento integrale  Bilancio Snai 2012

 

(Jamma) Snai ha terminato il primo semestre del 2012 con ricavi per 263,8 milioni di euro, in contrazione del 7,4% rispetto ai 284,8 milioni realizzati nella prima metà dello scorso anno. Il margine operativo lordo è sceso del 16,3%, passando da 41 milioni a 34,3 milioni di euro. Snai ha chiuso lo scorso semestre del 2012 con ricavi per 263,8 milioni di euro, in contrazione del 7,4% rispetto ai 284,8 milioni realizzati nella prima metà dello scorso anno. Il margine operativo lordo è sceso del 16,3%, passando da 41 milioni a 34,3 milioni di euro. Snai ha chiuso lo scorso semestre con una perdita netta di 11 milioni di euro, in aumento rispetto al rosso di 7,5 milioni contabilizzato nella prima metà del 2011. A fine giugno l’indebitamento del gruppo era sceso a 337,3 milioni di euro, rispetto ai 354,4 milioni di inizio anno.

 

La crisi delle scommesse e il ‘caso’ Vlt

 

Nel corso del primo semestre 2012, è proseguita l’installazione degli apparati Vlt, che, fa sapere la società, hanno permesso di coinvolgere nuovi giocatori e di consolidare la presenza Snai in questo segmento, dove ha raggiunto la quota di mercato del 5,5%. L’ampliamento della rete Vlt ha raggiunto, al 30 giugno 2012, il numero di circa 3.300 apparecchi installati sui 5.052 previsti, pari a circa il 70% del totale (di cui circa n. 1450 apparecchi Barcrest inattivi alla data di oggi). Dopo il blocco dei terminali Barcrest la società ha avviato un accordo con Novomatic per la fornitura di questa tipologia di terminali da gioco. Nell’aprile scorso infatti si è verificato un ‘problema’ sul sistema di Vlt da cui sono scaturite centinai di vincite anonime che la società ha imputato ad un probabile attacco da parte di un hacker. Da qui le contestazioni di Aams del 4 giugno scorso in seguito alle quali Snai ha presentato, il 24 luglio scorso, alla stessa Amministrazione documenti che contengono “deduzioni e osservazioni” in merito alla vicenda. Aams, esaminati i documenti presentati da Snai, dopo aver

proceduto alla “valutazione degli interessi coinvolti nel procedimento”, assumerà una propria determinazione circa la richiesta di archiviazione del procedimento formulata dalla società.

 

 

Il gioco online

Il primo semestre del 2012 ha registrato una sensibile crescita dei giochi online in modalità cash, che ha consentito a questo segmento di aumentare la propria quota di mercato arrivando al 6,1%.

Le scommesse sportive hanno subito una contrazione della raccolta pari a 10,8%. L’aumento del pay-out ha provocato una riduzione dei ricavi attribuibili a questo segmento di gioco; nella seconda metà dell’anno proseguirà la razionalizzazione e la redistribuzione della rete di accettazione ed è atteso un miglioramento del pay-out. Perdura la contrazione delle scommesse ippiche, che nel semestre di riferimento registrano un –33,3% rispetto ai primi sei mesi del 2011.

 

Il piano industriale: aumentare il numero di Vlt

Il Piano Industriale 2011 – 2014 approvato dal CdA nella riunione del 23 marzo 2011 era basato su:

lo sviluppo del segmento delle scommesse ippiche e sportive a quota fissa nel ruolo sia di concessionario sia di service provider, in continuità con l’approccio strategico definito nel corso del 2006; il lancio e lo sviluppo del segmento delle VLTs: con le norme del decreto Abruzzo sono state introdotte nel mercato italiano i terminali VLT che consentono agli esistenti concessionari per la gestione della rete e degli di apparecchi comma 6a (AWP) di utilizzare tali terminali. Il Gruppo SNAI ha acquisito n. 5.052 diritti con un esborso di 76 milioni di euro interamente versati;

il lancio e lo sviluppo delle corse virtuali consentite ai concessionari on line della rete Bersani così come le attività di casino games e cash games nell’ambito dello sviluppo del più ampio contesto del gioco a distanza.

Il budget conferma l’obiettivo di completare la installazione di tutte le VLT per le quali la Società ha ottenuto la concessione (5.052 diritti), nonostante il temporaneo fermo delle macchine del fornitore Barcrest. Quello delle VLT è infatti il comparto che presenta i più elevati ritmi di crescita e può contribuire significativamente al miglioramento della redditività del Gruppo. Tra gli altri punti qualificanti è prevista la ottimizzazione del Network distributivo attraverso la segmentazione dei locali di gioco e la concretizzazione del loro pieno potenziale. A tale proposito verranno realizzati nuovi format per i negozi e incrementata la presenza nei corner.

L’offerta on line sarà ulteriormente incrementata con l’obiettivo di coglierne il potenziale di sviluppo, facendo anche leva su possibili sinergie con il gioco fisico.

L’esercizio 2012 vedrà inoltre il lancio dei giochi correlati agli Eventi Virtuali, qualora il regolamento sia approvato da parte degli Enti regolatori.

La chiusura del primo semestre 2012 presenta scostamenti rispetto alle attese riconducibili agli effetti derivanti dal blocco della piattaforma Barcrest, agli effetti della minore raccolta delle scommesse ippiche e dalla minore raccolta delle scommesse sportive, rispetto alle attese dei campionati europei di calcio, in parte compensati dagli effetti di un pay-out di periodo più basso di quanto pianificato.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito