Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

CODERE, nell’ultimo trimestre 2014 entrate a +7%. Italia traina il fatturato

In: Aziende

27 febbraio 2015 - 10:15


codereobl

(Jamma) Un quarto trimestre 2014 all’insegna della crescita. Codere registra un incremento delle entrate del 7% rispetto al periodo precedente.

 

Il fatturato, a chiusura del 2014, scende dell’8,9% rispetto al 2013, fino a €1.385,6MM, principalmente a causa della svalutazione del peso argentino rispetto all’euro (un 47,4%). A tasso di cambio costante, i ricavi cumulati dell’anno si sarebbero incrementati del 7,5% fino a €1.635,1MM. Nell’ultimo trimestre dell’anno i ricavi hanno raggiunto i €376,9MM aumentando rispettivamente del 7,0% e del 3,0% rispetto al 3T 2014 e al 4T 2013.

 

L’EBITDA normalizzato del 2014 ha raggiunto i €213,2MM, l’1,0% in più rispetto al 2013. A tasso di cambio costante avrebbe raggiunto i €258,6MM, il 22,6% in più rispetto all’anno precedente. L’EBITDA normalizzato non include le spese derivate dal processo di ristrutturazione finanziaria né quelle derivate dalla risoluzione del processo con la Corte dei Conti in Italia (€24,5MM). Nel 4T 2014, l’EBITDA normalizzato ha raggiunto i €63,6MM, superando le aspettative del gruppo (€53-57MM) e registrando un incremento del 42,9% rispetto allo stesso trimestre del 2013.

 

Il gruppo migliora il suo margine di EBITDA normalizzato, raggiungendo il 15,4% nel 2014, l’1,5% in più rispetto al 2013 (13,9%). Il risultato operativo a chiusura del 2014 ha raggiunto i €20,8MM, rispetto ai €17,2MM di perdita dell’anno precedente, grazie a minori svalutazioni per deterioramento di attività. Il risultato netto del gruppo, impattato dal processo di ristrutturazione e dalle spese a questo associate, registra una perdita di €173,0MM nel totale cumulato dell’anno, rispetto ai €173,6MM registrati nel 2013. Nel contesto di ristrutturazione del gruppo, gli investimenti registrati a chiusura del 2014 hanno raggiunto i €54,2MM, dei quali, €36,4MM sono stati destinati alla gestione ordinaria e €17,8MM alla crescita.

 

In relazione al processo di ristrutturazione finanziaria di CODERE, tanto il gruppo quanto i suoi creditori continuano a lavorare nell’implementazione del “Lock up Agreement” firmato lo scorso 23 settembre, e, in particolare, nell’elaborazione dei documenti richiesti per iniziare il procedimento di Scheme of Arrangement.

In Argentina, il fatturato a chiusura del 2014 ha raggiunto i €489,0MM, il 16,4% in meno rispetto all’esercizio precedente, a causa della svalutazione del peso argentino del 47,4% rispetto all’euro. A tasso di cambio costante i ricavi sarebbero aumentati del 23,3%, come conseguenza dell’effetto dell’inflazione e della crescita del parco macchine. L’EBITDA cumulato a chiusura del 2014 ha raggiunto i €93,4MM. A tasso di cambio costante avrebbe raggiunto i €136,1MM, dato che avrebbe rappresentato una crescita del 22,8% rispetto al 2013.

In Messico, nonostante una crescita del 4,2% nel 4T 2014 (rispetto allo stesso periodo del 2013), invertendo la tendenza dei trimestri precedenti, il fatturato del 2014 ha raggiunto i €341,9MM, il 10,6% in meno rispetto al 2013. L’EBITDA annuale si riduce del 4,5% fino a raggiungere i €75,1MM, riduzione che a tasso di cambio costante sarebbe stata solo dell’1,1%. Nell’ultimo trimestre, l’EBITDA, grazie ai maggiori ricavi, è cresciuto dell’83,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente fino a raggiungere i €23,7MM.

In Italia, i ricavi totali dell’anno hanno raggiunto i €263,8MM, il 2,1% in più rispetto al 2013 grazie ad una miglior performance giornaliera delle AWP e VLT. L’EBITDA normalizzato del 2014 ha registrato un incremento del 36,1% rispetto al 2013 come conseguenza delle molteplici iniziative di efficientamento e grazie all’aumento dei ricavi nel comparto delle macchine, sebbene non comprenda ancora gli effetti della tassa addizionale definita dalla Legge di Stabilità nel Dicembre 2014 per il prossimo esercizio.

In Spagna, il fatturato a chiusura del 2014 raggiunge i €149,9MM, l’1,1% in meno rispetto al 2013. La riduzione dei ricavi degli apparecchi da intrattenimento, dovuto ad un parco macchine inferiore, e del bingo, è stata in gran parte
compensata dalla crescita del business delle Scommesse Sportive. In questo comparto sono cresciuti tanto il numero di punti scommesse (12% in più rispetto 3 al 2013 fino ad arrivare a 1.563) quanto i ricavi unitari. Attualmente Codere è l’unica società del settore che ha la capacità di offrire scommesse sportive in tutte le comunità regolate. L’EBITDA del 2014 ha continuato a migliorare sino a raggiungere i €17,6MM, il 3,5% in più rispetto al 2013.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito