Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Codere, nel secondo trimestre fatturato in diminuzione del 14%, meno sensibile il calo in Italia

In: Aziende

29 agosto 2014 - 10:45


coderesede

(Jamma) Il gruppo CODERE chiude il 2T2014 con un fatturato di €327,1mm, il 14,7% in meno rispetto a quello raggiunto nel 1T2014, a seguito soprattutto della svalutazione del 60,9% del peso argentino (il principale mercato del Gruppo).
A cambio costante, gli incassi del Gruppo sarebbero aumentati del 5,4%.

L’ EBITDA del 2T2014 ha raggiunto i €43,8mm, il 9,9% in meno rispetto allo stesso periodo del 2013, anche a causa della svalutazione Argentina che ha inficiato il miglioramento del resto dei Mercati. Così, a cambio costante, l’ EBITDA sarebbe cresciuto del 14,2%.

La Compagnia continua ad operare per migliorare la sua efficienza in questo contesto avverso, aumentando il suo margine normalizzato dello 0,2% rispetto allo scorso anno sino al 14,7%, e l’1,6% se escludiamo l’Argentina (a causa anche dalla svalutazione del peso prima menzionata).

Madrid, 29 agosto 2014. Il Gruppo CODERE, multinazionale spagnola, referente nel settore del gioco quotata in Borsa in Spagna, ha annunciato oggi i risultati consolidati nel secondo trimestre del 2014.

Il Fatturato durante il secondo trimestre dell’anno ha raggiunto i €327,1mm, il 14,7% in meno rispetto all’anno precedente, mentre a cambio costante sarebbe cresciuto del 5,4%. Questa evoluzione viene evidenziata principalmente alla svalutazione della moneta argentina ma anche, in misura minore, del dollaro e del peso messicano e per i minori ricavi nella maggior parte delle nostre attività legate al Mondiale di Calcio nelle ultime settimane di giugno.

L’EBITDA nel secondo trimestre ha raggiunto i €43,8mm, secondo quanto stimato dalla Compagnia (€43-47 mm). Questo risultato è dovuto alla forte svalutazione del peso Argentino, che bilancia la crescita dell’EBITDA del resto del Gruppo. A cambio costante, l’EBITDA sarebbe cresciuto del 14,2% rispetto allo stesso trimestre dell’esercizio precedente.

Questa evoluzione è frutto del programma di efficientamento intrapreso dalla Compagnia che sta permettendo un graduale miglioramento dei margini, nonostante il calo delle entrate e il contesto macroeconomico in Argentina e in Europa. Di conseguenza il margine normalizzato ha raggiunto il 14,7% rispetto al 14,5% dello scorso anno. Escludendo l’ Argentina, la crescita è del 1,6%, dall’11,3% al 12,9%.

Il risultato netto del Gruppo registra una perdita di €37,1mm nel secondo trimestre del 2014, rispetto alla perdita di €53,8mm nello stesso periodo dello scorso anno.

Gli investimenti nel secondo trimestre del 2014 hanno raggiunto i €7,7mm. Il numero totale delle postazioni degli apparecchi da intrattenimento si è ridotto dell’1,4% fino a 51.664 apparecchi, dovuto principalmente alla razionalizzazione del parco macchine in Spagna (-8,1%).

 

Attività internazionali della compagnia
In Argentina, il fatturato nel 2T2014 ha raggiunto i €109,8mm, il 26,3% in meno dell’anno precedente, a causa della svalutazione del peso argentino rispetto all’euro (60,9%).
A cambio costante, gli incassi sarebbero aumentati di €27,6mm e l’EBITDA avrebbe raggiunto i €26,8mm, il che presuppone una crescita del 18,5% e del 2,7% rispetto all’anno precedente. Il Margine di EBITDA consolidato nel 2T2014 si è ridotto dell’1,5% rispetto all’anno precedente per l’impatto della forte inflazione registrata nel Paese e che impatta sui nostri costi operativi.

In Messico, il fatturato ha raggiunto gli €84,1mm nel secondo trimestre dell’anno, il 12,6% in meno rispetto al 2013. Questa riduzione si associa principalmente alla svalutazione del peso messicano rispetto all’euro. Rimangono stabili gli introiti del gioco in moneta locale nonostante l’impatto del Mondiale nelle ultime settimane di giugno. L’ EBITDA del 2T2014 è diminuito del 3,8% fino ai €17,7mm, mentre sarebbe cresciuto del 3,8% a cambio costante.

In Italia, il fatturato nel 2T2014 ha raggiunto i €62,6mm, lo 0,9% in meno rispetto all’anno precedente.L’EBITDA nel paese è tuttavia aumentato del 55,0% nel trimestre, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, grazie alle molteplici iniziative di riduzione dei costi praticate. Il margine di EBITDA consolidato ha raggiunto il 9,1% nel semestre, il 2,1% in più dello stesso periodo del 2013.

In Spagna, il fatturato del 2T2014 ammonta a €38,0mm registrando una diminuzione dell’1% rispetto all’anno precedente. La crescita dell’attività delle Scommesse Sportive ha consentito di compensare in gran parte i minori ricavi del bingo e la diminuzione degli apparecchi da intrattenimento installati, risultato dell’ottimizzazione del parco clienti. Attualmente CODERE è l’unica compagnia del settore in grado di gestire scommesse sportive in tutte le comunità dove esiste una regolamentazione, con 1.495 punti scommesse (il 23,9% in più del giugno 2013).
L’EBITDA del secondo trimestre ha raggiunto i €4,7mm, l’11,9% in più rispetto a quanto registrato l’anno precedente, migliorando il margine di EBITDA consolidato dal 12,2% al 13,4%, grazie ai progetti di ottimizzazione intrapresi sulle singole attività

Commenta su Facebook


Realizzazione sito