Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

STS-FIT. I ricevitori non sono i bancomat della Sisal

In: Associazioni, Cronache

22 giugno 2012 - 12:04


ricevitoria

(Jamma) A seguito di un messaggio inviato dalla società concessionaria Sisal ai ricevitori con il quale vengono avvisati che la prossima settimana subiranno un duplice prelievo inerente i prodotti di gioco e i servizi, il Sindacato Totoricevitori Sportivi ha pubblicato un comunicato con il quale invita tutti i tabaccai – ricevitori a porre in essere alcune azioni per rendere inefficace il predetto prelievo infrasettimanale.
“Prima la Sisal ci provoca – scrive in un comunicato il sindacato – annunciando una politica volta all’ampliamento del portafoglio dei servizi on line con il contestuale allargamento della relativa rete di distribuzione rappresentata principalmente da bar, ricevitorie e tabaccherie ma anche da edicole e negozi di fiori.

L’obiettivo dichiarato è quello di portare i ricavi del comparto dei servizi a livelli paragonabili a quelli generati dal comparto dei giochi. Alla chiassosa ambizione che si cela dietro le quinte di questa operazione, si accompagna oggi l’ennesima provocazione della società milanese ai danni dei titolari degli attuali punti vendita.

Con un messaggio trasmesso via terminale di gioco – non stampabile come nella migliore tradizione Sisal – i ricevitori vengono avvisati che la prossima settimana subiranno un duplice prelievo inerente i prodotti di gioco e i servizi: oltre a quello ordinario di lunedì, ve ne sarà un secondo mercoledì 27 giugno.

Nel frattempo, affinché Sisal non pensi che siamo disposti ad accettare l’ennesima prevaricazione, invitiamo tutti i tabaccai – ricevitori a porre in essere le azioni che riterranno più opportune al fine di rendere inefficace il predetto prelievo infrasettimanale.

Usiamo tutte le armi a nostra disposizione:

– blocchiamo il terminale di gioco
– neghiamo l’accesso dei rappresentanti Sisal nella nostra tabaccheria
– inviamo mail di protesta al seguente indirizzo: infogiochi@sisal.it
– inviamo fax di protesta ai seguenti numeri: 02/8868225 oppure 02/8868267 oppure 02/29000797.

Date spazio alla vostra creatività: la parola d’ordine è “PROTESTARE”!

COMUNICATO STAMPA STS DEL 21 GIUGNO 2012

E i tabaccai dovrebbero tenere in piedi Sisal?

“Scandalosamente ancora una volta Sisal accorcia i tempi di pagamento passando da addebito settimanale a bisettimanale anche sui giochi.” Così Giovanni Baglivo Presidente Nazionale STS

“Ci chiediamo – prosegue Baglivo – se i gravi problemi di liquidità di un’azienda che si pregia di essere leader nel settore dei giochi e servizi debbano ricadere sulla liquidità di piccole aziende a gestione familiare”

“Una vera e propria provocazione – conclude Baglivo – che si aggiunge alle recenti dichiarazioni dell’Amministratore Delegato Petrone di voler ulteriormente allargare la rete. Una rete che evidentemente non sta in piedi neanche così e che è diventata la vacca da mungere sotto forma di canoni o di fonte di liquidità attraverso riduzioni dei tempi di pagamento improvvisi e unilaterali.”

Chiediamo al Monopolio di tutelare 40.000 aziende familiari che certo non possono farsi carico dello sproporzionato rapporto tra ricavi e indebitamento di Sisal. Non possono delle piccole aziende familiari diventare i bancomat della Sisal”

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito