Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Stoppani (Fipe) : “Dobbiamo chiederci come conciliare business e rischi legati al gioco. Non servirebbe a molto promuovere la rimozione delle slot”

In: Associazioni

30 ottobre 2014 - 14:35


presidente-_ass2014

(Jamma) Lino Enrico Stoppani è stato confermato all’unanimità alla presidenza della Fipe, la Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia.
Si tratta del terzo rinnovo consecutivo. L’elezione è avvenuta nell’ambito della 69ᵃ assemblea annuale che si è espressa anche per il rinnovo delle altre cariche federali. Il nuovo mandato ha la durata di cinque anni.
Nella relazione con la quale Stoppani ha parlato all’Assemblea non poteva mancare il tema del gioco “Anche il tema delle Ludopatie – ha detto- è nell’agenda della Federazione, con complessità sociali e associative non facili da gestire, con una delega fiscale sull’argomento che impone prese di posizione.
Nessuno mette in dubbio la gravità del fenomeno sociale, aggravato dalla crisi, dalle occasioni di gioco, anche via Internet, dall’atteggiamento contradditorio di uno Stato che lo criminalizza, salvo poi farne una voce importante del suo bilancio, oppure ancora del gioco illegale, che si fa finta di non vedere, ma che rimane una piaga gravissima.
L’interrogativo che ci si pone in Federazione è come rapportarsi rispetto ad un business che porta nuovi ricavi ad operatori in crisi di fatturato, con l’esponenziale sviluppo dei giochi installati nei Pubblici Esercizi, scegliendo se conviverci, con le criticità e gli interrogativi che ne conseguono – morali, sociali, d’immagine -, cercando eventualmente di promuovere normative che circoscrivano devianze ed eccessi, oppure di contrastarlo, incondizionatamente, sostenendo e promuovendo la rimozione degli apparecchi nei nostri Esercizi, consapevoli che questa scelta non avrebbe effetti sul fenomeno, che troverebbe in altre forme e luoghi il modo di svilupparsi.
Non è una risposta facile, che gli Organi Direttivi stanno cercando di trovare, combinando soluzioni che considerino interessi e responsabilità sociali, in questo caso in conflitto”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito