Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Ricorsi Gestori Legge di Stabilità al via

In: Apparecchi Intrattenimento, Associazioni

11 marzo 2015 - 10:13


ripamontins

(Jamma) . Sono in fase di notifica gli oltre cento ricorsi che gli Studi Legali Lepore e Ripamonti, esperti del Settore, di concerto con Agge Sardegna, hanno predisposto con riferimento alla Legge di Stabilità.

Gli avvocati Marco Ripamonti e Carlo Lepore, con il seguente comunicato, illustrano in sintesi gli obiettivi di questa massiccia iniziativa che ancora una volta vede Agge Sardegna in prima linea sia sul fronte delle iniziative giudiziarie che delle trattative con le Autorità, spesso proprio indotte e dotate di maggiore efficacia e spessore dalle stesse concomitanti iniziative processuali: “L’azione giudiziaria dinanzi al Tar del Lazio, che è in corso di notifica, ha ad oggetto l’impugnazione delle note del concessionario che impongono la modifica unilaterale dei contratti in essere con i gestori, senza negoziare, e che imputano ai gestori la quasi totalità della somma di euro 1.207,27 per apparecchio; l’impugnativa al Tar, nel termine decadenziale di 60 giorni, costituisce certamente una cautela in quanto la legge di stabilita’ specifica che i concessionari debbano agire nella modifica dei contratti nell’esercizio delle loro funzioni pubbliche; e’ chiaro, peraltro, come il contenzioso sotto tale profilo avrà seguito anche dinanzi al giudice ordinario per contestare le somme richieste nei rendiconti emessi dai concessionari.
Con la medesima azione dinanzi al Tar è stato impugnato anche il decreto dell’ADM del 15.1.2015 unicamente sotto il profilo delle modalità di conteggio degli apparecchi awp di proprietà dei gestori/terzi raccoglitori (conteggio apparecchi dismessi, regime differenziato awp e vlt.ecc.).
Anche tale azione costituisce una importante cautela e una protezione per i gestori, laddove chiamati a negoziare dai concessionari.
Infine, dinanzi al Tar sarà sollevata la questione di legittimità costituzionale, sotto molteplici profili, del comma di legge di stabilità 2015, che introduce il prelievo di euro 500 milioni a carico della filiera, di cui naturalmente fanno parte gli stessi gestori“.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito