Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Primo Consumo: divieto ai minori per i film che incitano al gioco d’azzardo

In: Associazioni

11 aprile 2012 - 11:31


primoconsumo

Azzardo. Lauro (PdL): Il film “Poker generation” esalta il gioco d’azzardo come riscatto dalle ingiustizie della vita. Ha ricevuto fondi pubblici?

 

(Jamma) L’associazione romana per la tutela dei consumatori, Primocomsumo si scaglia contro il film “Poker Generation” che presto uscirà al cinema e che andrebbe vietato ai minori di 18 anni perche incentiva al gioco d’azzardo.

“Così non si fa nulla per tutelare i giovani dal gioco anzi li si incentiva. – spiega in una nota l’associazione – In considerazione dei contenuti e dei messaggi diretti ed indiretti del film, l’Associazione dei consumatori “Primo Consumo” ha chiesto e fatto istanza al Ministero per i Beni e le attività culturali, alla direzione generale per il cinema ed alle commissioni di riferimento di vietare la visione del film “Poker Generation” ai minori di anni 18, limitando la visione ad un pubblico adulto. In mancanza, lo Stato continuerà ad essere complice o addirittura artefice del “delitto” come con la campagna “Giovani e Gioco” che sembra ispiratrice della stessa filosofia del film.

I giovani e minori usciranno dalle sale cinematografiche convinti di poter far soldi con il poker per raggiungere i loro sogni e risolvere le difficoltà della vita.

Il film, finanziato dal gioco, è un maxi spot al poker Texas hold’em dove si arricchiscono i “fichi e bravi” fra belle donne, bella vita e alcol, ma nessuno perde.

Non ci sono i vinti, ma questa è finzione; anche il Texas hold’em può creare dipendenza dal gioco.

Inoltre, al film, sono associate promozioni e contratti di sponsorizzazione, acquistato il biglietto si avrà la possibilità di partecipare ad un torneo con accesso gratuito”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito