Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Parlati (Acmi) : informazioni certe per programmare il futuro

In: Associazioni

12 ottobre 2016 - 19:07


parlati

(Jamma) – Gennaro Parlati, direttore generale di Acmi, l’associazione nazionale dei produttori ‎di apparecchi da intrattenimento che rappresentano, in termini di produzione, oltre il 70% dell’attuale parco, evidenzia l’estrema necessità di ottenere, in tempi strettissimi, informazioni certe sul futuro del settore.

Più che la riduzione degli apparecchi sul territorio a mettere a rischio le imprese – afferma Parlati – è la prolungata assenza di indicazioni condivise sul futuro della distribuzione e della produzione.

Un’altra esperienza come quella delle AWP 3, conclusasi in un nulla di fatto dopo oltre 2 anni di lavoro e migliaia di euro spesi in ricerca e sviluppo, non è più sopportabile.

Proprio al fine di scongiurare tale rischio l’Acmi, a margine del Consiglio Direttivo svoltosi oggi a Bologna, ha deliberato di sollecitare con determinazione, ai principali interlocutori istituzionali, risposte immediate e circostanziate sul futuro del comparto a partire dallo slittamento della scadenza del 1 gennaio 2017.

La nostra associazione, prosegue Parlati, non intende sprecare le proprie energie sulla polemica, tutta interna al settore, sulla pericolosità delle diverse offerte di gioco. Fermo restando la prerogativa di “gioco da intrattenimento” delle awp, i produttori italiani concentreranno le proprie forze sulla tutela di tale offerta e sulla salvaguardia dell’intera filiera.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi