Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Olanda. Operatori di slot infuriati con il Governo: la politica dica se vuole cancellare il settore

In: Apparecchi Intrattenimento, Associazioni

16 giugno 2014 - 15:42


awphol

(Jamma) Gli imprenditori olandesi che operano nel settore degli apparecchi da intrattenimento non ne possono davvero più dell’atteggiamento del governo in fatto di regolamentazione delle attività di gioco. Atteggiamento che, dicono, si traduce in vere e proprie ‘buffonate’. L’industria olandese dell’apparecchio da gioco, dice Frits Huffnagel, presidente dell’associazione di categoria VAN in una intervista ad un noto quotidiano nazionale deve prendere una posizione netta “Se i partiti politici vogliono chiudere un settore con più di 3000 dipendenti devono dirlo ad alta voce”.

Huffnagel è infuriato per le conseguenze di una politica che sta procurando grosse difficoltà agli imprenditori. Nel 2008 il settore è stato colpito con un significativo aumento delle tasse sulle attività di gioco: 29% di tassa sui ricavi lordi di gioco contro il 19% . L’innovazione è resa impossibile in quanto la normativa impedisce di cambiare il software e quindi creare nuovi giochi.

L’associazione attacca duramente anche il nuovo progetto di legge che dovrebbe regolamentare l’offerta di gioco d’azzardo online. Secondo la proposta su cui si sta lavorando tutti gli operatori di sale giochi dovranno identificare i propri clienti e registrarli. Un sistema simile è già gestito dalla Holland Casino, la società che gestisce le casa da gioco del Paese. La creazione di questo registro e l’obbligo di utilizzo si rivelerà estremamente costosa soprattutto per i piccoli operatori. Secondo Huffnagel il governo vuole uniformare il mercato a quello delle slot gestite dalla Holland Casino. “Ciò significa puntate più alte e prezzi più alti”. Il presidente dell’associazione è comunque moderatamente ottimista : “per fortuna, abbiamo capito che il Consiglio di Stato ha espresso grosse perplessità sul fatto che la tassazione dell’online è al (20%) e quella delle slot ‘terrestri’ al 29%. Restiamo fiduciosi.”

Commenta su Facebook


Realizzazione sito