Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

L’Eca plaude al lavoro della Commissione europea sul gioco online

In: Associazioni, Mercato, Online

24 ottobre 2012 - 16:11


eca
Ue. Harbour (IMCO): ‘La strada intrapresa dalla Commissione europea è quella giusta’

 

(Jamma) L’European Casinò Association ha accolto con entusiasmo la pubblicazione del Piano d’azione sul gioco online presentato ieri dalla Commissione europea che delinea chiaramente l’intenzione della CE di intervenire per rendere più efficace la tutelare i consumatori e contrastare le frodi legate al gioco online. Il gioco d’azzardo online presenta inevitabilmente dei rischi a causa della mancanza di un contatto diretto tra il consumatore e l’operatore e il potenziale pericolo di sviluppare una dipendenza da gioco legata alla onnipresenza dei giochi su internet. Il gioco in Internet è chiaramente più vulnerabile alle attività criminali e alle frodi.
Con la presente comunicazione, la Commissione ha chiarito che i suoi obiettivi principali sono a sostegno degli Stati membri nel tentativo di regolare efficacemente il gioco d’azzardo on-line, in linea con le varie tradizioni nazionali, ma anche nel rispetto del Trattato europeo, per proteggere efficacemente i consumatori e i cittadini. La Eca auspica la partecipazione attiva dei suoi associati a questo processo, in considerazione del fatto che i casinò tradizionali terrestri hanno una vasta esperienza nel rispettare severe normative nazionali e obblighi.
Commentando l’evento, il presidente dell’Associazione europea dei casinò, Ron Goudsmit ha affermato che “vi è una forte richieste di chiarezza da tutte le parti interessate, in particolare sulle questioni relative alle diverse misure di protezione dei consumatori in vigore negli Stati membri”. “Anche se tutti gli operatori provenienti sia dal mercato terrestre che da quello online parlano di tutela dei consumatori, – ha aggiunto Goudsmit – è importante capire in maniera dettagliata ciò che potrebbe essere fatto per affrontare i problemi di tutela dei consumatori. In realtà, sembra che solo l’industria di giochi terrestri stia attuando misure a tutela dei consumatori”.

 

Mr. Goudsmit ha inoltre espresso la sua crescente preoccupazione circa le attività di gioco illegale in tutti gli Stati membri, affermando che “gli operatori illegali devono essere fermati, in quanto non è ammissibile che così tanti operatori on-line, alcuni anche con sede nell’UE, continuino ad operare illegalmente senza una licenza valida. Questo mentre la giurisprudenza comunitaria spiega chiaramente che ogni operatore ha bisogno di una valida licenza nazionale per poter operare legalmente, ed essere così adeguatamente sorvegliato e controllato”.

I regolatori hanno bisogno di avere un quadro chiaro del mercato. Una delle principali questioni sollevate nella Comunicazione della Commissione europea riguarda il fatto che ci sia poca informazione attendibile sul settore del gambling online. Goudsmit ha spiegato che “l’Unione europea ha bisogno di conoscere i reali dati relativi al settore del gioco d’azzardo online per poter avviare iniziative di intervento adeguate, come sottolinea anche la relazione del Parlamento europeo sul gioco d’azzardo on-line, adottata nel novembre 2011.

L’associazione accoglie infine con favore il fatto che la Comunicazione ribadisca il principio di sussidiarietà. Dati i rischi specifici per la salute, il gioco d’azzardo è un’attività di natura particolare e la ECA sottolinea la necessità di controllare questa attività al fine di garantire la protezione adeguata dei consumatori, in particolare quelli più vulnerabili e prevenire le attività di riciclaggio di denaro. A tale riguardo, la ECA accoglie anche l’annuncio di cercare di estendere il campo di applicazione della direttiva sulla moneta anti-riciclaggio agli operatori di gioco d’azzardo on-line, dato che attualmente si applica solo ai casinò terrestri.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito