Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

La slot non e’ una lampadina!

In: Associazioni, Newslot

30 marzo 2012 - 12:05


lampadina

(Jamma) In una nota stampa il Sindacato Totoricevitori Sportivi ricorda che per evitare di ritrovare spiacevoli sorprese al ritorno delle vacanze  è necessario comunicare preventivamente al proprio concessionario di rete i giorni in cui l’esercizio sarà chiuso durante i quali, pertanto, le macchine saranno ferme.

“Siete tornati da un periodo di chiusura, anche breve, e avete trovato nella contabilità delle slot uno strano addebito a titolo di PREU forfetario?

Se sì, la vostra prima reazione è stata sicuramente di disorientamento: avete subito telefonato all’assistenza del vostro concessionario di rete per ricevere delucidazioni e poi, per ulteriori rassicurazioni, avete fatto l’immancabile squillo al vostro ufficio provinciale STS-FIT.

Anche se vi è stato confermato che l’importo prelevato vi sarà reso alla prima lettura dell’apparecchio successiva alla sua riaccensione, non vi sentite tranquilli: quel prelievo di denaro dal conto in banca vi ha turbato non poco.

Cosa fare per evitare tutto quest’inutile scompiglio?
E’ sufficiente ricordarsi che le slot non si possono spegnere e accendere a piacimento come fossero lampadine!

Per ciò, è necessario comunicare preventivamente al proprio concessionario di rete i giorni in cui l’esercizio sarà chiuso durante i quali, pertanto, le macchine saranno ferme.

L’adozione di questa semplice accortezza permette la messa in moto, da parte del concessionario, delle procedure necessarie a comunicare la circostanza all’Amministrazione dei Monopoli e a SOGEI, la Società di Information and Communication Technology del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

In tal modo, la non visibilità degli apparecchi per il periodo indicato non sarà considerata un’anomalia cosa che, invece, accade qualora gli apparecchi vengano staccati semplicemente e indipendentemente dalla trasmissione delle comunicazioni richieste.

Come si vede, basta poco per non ritrovare spiacevoli sorprese al ritorno delle vacanze”.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito