Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gennaro Parlati (Acmi): ” Le new slot italiane prodotto d’eccellenza nel panorama mondiale del gaming”

In: Apparecchi Intrattenimento, Associazioni

6 agosto 2014 - 12:24


parlati

(Jamma) L’offerta di gioco di puro intrattenimento garantita dal prodotto news slot e il sistema di gestione e controllo delle stesse rappresentano, per il panorama mondiale del gioco, un esempio da imitare. E’ quanto dichiara Gennaro Parlati, direttore generale di Acmi, associazione dei produttori italiani di apparecchi da intrattenimento. “Appare assolutamente paradossale quindi il costante accanimento riservato ad un prodotto che, rispetto all’intera offerta di gioco, propone i livelli più bassi in termini di costo massimo per ogni singola partita e di vincita massima erogabile.

Anche in termini di controllo sul territorio, la collocazione degli apparecchi da intrattenimento AWP presso locali pubblici e bar, attivita che il più delle volte rappresentano una fonte primaria di introito per intere famiglie e quindi, indispensabili, e’ garanzia di un costante monitoraggio rispetto al tema della ludopatia o del gioco dei minori che, se accertato, metterebbe a grave rischio l’attivita stessa.

Appare inoltre paradossale registrare da un lato, l’istanza proveniente da alcune regioni con la quale si propone il controllo dei documenti per l’accesso al gioco e dall’altro, avere in stand by da mesi un decreto, già approvato in sede europea, che fra le altre cose prevede la presenza, a bordo di ogni singolo apparecchio, di uno strumento abilitato proprio al controllo della minore eta.

Appare quindi evidente la bontà di un sistema che nel corso di questi anni ha rappresentato un fondamentale argine al dilagare del gioco illecito, un sistema perfettibile attraverso l’introduzione di alcuni semplici elementi, alcuni dei quali già proposti da Acmi ai Monopoli e a Sogei.

Macchine sempre più sicure e dall’elevato standard produttivo, operatori ed esercenti sempre più professionali e competenti, questi gli elementi sui quali impegnarsi per ottenere il definitivo riconoscimento del settore.

Proprio in quest’ottica si colloca il progetto Acmi denominato “PCA”, un impegno formale e concreto a garanzia della qualità della filiera produttiva al quale sarebbe opportuno affiancare la figura del “preposto al gioco” che, a seguito di un’adeguata formazione, sia in grado di intercettare e prevenire, presso bar, sale bingo, sale vlt, e punti gioco in genere, eventuali casi problematici.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito