Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Federgioco e organizzazioni sindacali uniti per affrontare la crisi

In: Associazioni, Casinò

8 ottobre 2012 - 08:20


federgioco

(Jamma) Il 4 ottobre a Roma la Commissione Relazioni Industriali di Ferdergioco, assistita da Fipe, ha incontrato successivamente le Segreterie Nazionali delle Organizzazioni Sindacali UGL Terziario, SNALC/CISAL e SAVT, FISASCAT/CISL, SLC/CGIL, e UILCOM/UIL.

All’esito degli incontri è maturata la decisione di chiedere congiuntamente l’urgente convocazione presso il Ministero del Lavoro per riferire in un’autorevole sede istituzionale le forti preoccupazioni di lavoratori, aziende e territori per lo stato di crisi del mercato di riferimento, i pesanti riflessi sui livelli occupazionali e le ricadute pesantemente negative per le economie e le autonomie locali.

Le aziende che gestiscono le quattro case da gioco italiane autorizzate (Campione d’Italia, Saint-Vincent, Sanremo e Venezia) occupano più di 3.000 persone cui vanno aggiunte le risorse numerose occupate nell’indotto. La tutela delle aziende e dei lavoratori richiede provvedimenti volti a rimuovere gli ostacoli allo sviluppo delle aziende e alla corretta competizione del mercato, nonché per l’avvio di un confronto atto a produrre interventi per un più equilibrato modello di gestione dei rapporti di lavoro e delle crisi aziendali.

E’ stato definito poi un programma di lavoro che prevede l’aggiornamento Verbale di Accordo del 17 marzo 1997 che contiene la classificazione delle figure professionali delle case da gioco, la stesura del protocollo relazioni industriali, l’esame congiunto degli strumenti di flessibilità nella gestione dei rapporti di lavoro di recente aggiornati dalla riforma del lavoro, la definizione di strumenti di welfare a livello nazionale anche volti a sostenere il reddito nei casi di crisi aziendale.

Federgioco e aziende hanno anche rappresentato il proprio auspicio che il lavoro in essere sia coerente con la situazione di difficoltà economica e di mercato, che richiede una revisione degli assetti contrattuali al fine di rendere i Casino competitivi sul mercato sotto il profilo dei costi e della produttività.

L’incontro è stato aggiornato a Milano il prossimo 6 novembre.

 



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi