Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Euromat: “L’intero mercato del gioco affidato al Commissario all’Economia Digitale? Non è un fatto positivo”

In: Associazioni

27 ottobre 2014 - 17:26


oettinger

(Jamma) Nei giorni scorsi il via definitivo alla nuova Commissione europea 2014-2019. Meno di due terzi la maggioranza degli eurodeputati che ha sostenuto il nuovo esecutivo, con 423 voti favorevoli, 209 contrari e 67 astensioni. La nuova Commissione deve ora ottenere l’incarico formale dai 28 Capi di Stato e di governo dell’Ue per poter entrare in carica come da calendario il 1° novembre. Resteranno a lavoro per i prossimi cinque anni, a meno di cambi in corsa. La nuova Commissione avrà sette vicepresidenti, ognuno guiderà un team di lavoro. Il gioco d’azzardo si muoverà all’interno della delega affidata al commissario tedesco Günther Oettinger. L’unità della Commissione che attualmente si occupa di servizi on-line (DG Markt) si sposterà presso la direzione generale della Comunicazione e Tecnologie. Il Commissario Oettinger è comparso dinanzi al Parlamento europeo il 29 settembre scorso per rispondere alle varie questioni relative alla sua linea politica. Non ha parlato del gioco del gioco d’azzardo facendo intendere che non figura tra le sue priorità.

“La scelta di spostare il gioco d’azzardo tra le competenze del Commissario all’Economia Digitale riflette l’indirizzo giuridico della Commissione; tuttavia restringere l’intera materia del gioco a quello specifico settore , parlare di un unico mercato unico digitale, non rappresenta un fatto positivo” ha commenta Euromat, la federazione degli operatori del gaminge dell’apparecchio da intrattenimento.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito