Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Borgomanero. Contro i limiti orari alle slot i gestori si rivolgono a Sapar

In: Apparecchi Intrattenimento, Associazioni

3 agosto 2015 - 10:07


aula_tribunale

(Jamma) A Borgomanero è scoppiato il caso Slot machine. Lo scorso aprile l’ordinanza del sindaco che limitava l’utilizzo delle macchinette a due fasce orarie giornalierie: dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. Ora la protesta degli esercenti, che lamentano un crollo del proprio giro d’afari (alcuni parlano del 90%) e la limitazione della propria libertà commerciale.

I gestori si sono rivolti al Sapar, Sezione Apparecchi Pubbliche Attrazioni, per inoltrare il ricorso al Tar. Due i punti contestati. Il gioco d’azzardo è regolamentato dallo Stato e quindi sicuro. I paesi limitrofi non hanno alcuna limitazione oraria e di conseguenza, per chi ricorre, risulta inutile il provvedimento come contrasto alla ludopatia. Un terzo punto è più polemico che sostanziale: la limitazione oraria significa che il gioco fa male in alcuni orari ed in altri no?



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi