Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

AGCAI, grande adesione a Milano da dove partirà pullman per manifestazione di Roma: “Oggi nuove riunioni, ecco ciò che vogliamo…”

In: Apparecchi Intrattenimento, Associazioni

13 gennaio 2016 - 11:28


agcai

(Jamma) – “Viste le numerosi adesioni degli operatori che hanno partecipato alle riunioni dell’associazione, è ormai confermata la manifestazione a Roma. Saranno previsti pullman da Catania, Palermo, Lamezia Terme, Lecce, Bari, Pescara,Napoli e Milano con destinazione la capitale. Difendiamo il nostro lavoro! A Roma è necessaria la partecipazione di tutti” spiega in una nota l’associazione AGCAI.

 

Si svolgono oggi a Calenzano (FI) ore 10.00 presso Hotel First via Dino Ciolli 5, e a Roma alle 16:00 presso Villa Rinaldo All’acquedotto, via Appia Nuova 1267, due nuovi incontri dell’associazione. “Durante le riunioni saranno discussi i seguenti punti da portare a Roma: riconoscimento della categoria dei gestori di apparecchi d’intrattenimento; spostamento della data dell’aumento del Preu al 17,5% dal 1 gennaio al 1 aprile con conseguente riduzione dello stesso di un punto (16,5%) per l’anno 2016 per dare la possibilità ai gestori di reperire le risorse necessarie per l’aggiornamento; sostenere il nostro diritto al lavoro facendo presente che il diritto acquisito del nulla osta d’esercizio deve rimanere in capo ai gestori e quindi anche il 70% dei diritti dei prossimi apparecchi (Awp da remoto); sottolineare che da sempre il gestore è favorevole al gioco di intrattenimento e abilità con piccola vincita e non al gioco d’azzardo con grosse puntante e grosse vincite, e quindi contrario alle diffusione delle mini VLT con lettore di banconote in entrata e ticket in uscita, in quanto tali strumenti velocizzerebbero i tempi di giocata aumentando cosi la perdita oraria e quindi giornaliera. Inoltre la nostra associazione ha attivato i propri legali per l’impugnazione delle norme contenute nella legge di stabilità al fine di scongiurare un eventuale danno economico che si ripercuoterà inevitabilmente sulle aziende operanti nel settore, oltre a ricorrere all’antitrust”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito