Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

100 euro a nullaosta: la posizione di G.Matica

In: Apparecchi Intrattenimento, Associazioni, Automatico, Newslot

23 agosto 2012 - 09:52


nullacostag

(Jamma) – A fine luglio si diffuse la notizia che alcuni concessionari di rete avevano esercitato il diritto di rivalsa, previsto per il pagamento ad AAMS dei nullaosta da “traghettare” alla nuova “concessione apparecchi”, trattenendo i 100 euro per ogni apparecchio dei propri gestori dalla somma da restituire a questi ultimi a seguito della rideterminazione dell’aliquota PREU per il 2011.

Giulia De Rosa, Direttore Divisione Business di G.Matica, ha dichiarato: “Sull’argomento, condividiamo appieno la posizione di alcune associazioni di categoria, che hanno considerato l’iniziativa quanto meno discutibile, non essendosi ancora realizzata la condizione in base alla quale AAMS avrebbe richiesto ai concessionari tale pagamento: l’aggiudicazione definitiva della gara. Mancando pertanto il presupposto al pagamento, sembra del tutto legittimo chiedersi: a che titolo fu esercitato il diritto di rivalsa?”.
Tale posizione trova riscontro anche nella dichiarazione, pubblicata ieri da Jamma, di Davide Diamare, dirigente responsabile dell’Ufficio XII: “Ribadendo l’assoluta estraneità dell’Amministrazione rispetto ad una vicenda che deve mantenersi in ambito strettamente civilistico, pur tuttavia sembra opportuno precisare, per quanto di competenza, che l’esercizio del diritto de quo, realizzato in fase antecedente all’aggiudicazione definitiva, non possa trovare sostegno in atti dell’Amministrazione”.
Continua De Rosa: “E’ da ritenersi più che probabile che, con tale iniziativa, i concessionari in questione abbiano voluto in qualche modo “blindare” la propria rete commerciale, impedendone la migrazione verso altri competitor, in quanto ciò comporterebbe quasi certamente un nuovo pagamento dei nullaosta. Quanto poi all’azione di rivalsa esercitata da questi concessionari, più che di diritto parlerei di facoltà di rivalsa. La risposta G.Matica è stata la neonata operazione “Nulla Costa” che, esercitando proprio tale “facoltà”, assicura la gratuità del passaggio dei Nulla Osta alla nuova convenzione di concessione a coloro che avranno le carte in regola sotto il profilo del rispetto degli impegni contrattuali e di un adeguato rendimento degli apparecchi”.
“Con questa, come con tutte le altre iniziative da noi intraprese da un anno a questa parte”, conclude De Rosa, “abbiamo voluto direttamente premiare gli operatori meritevoli e proattivi ed indirettamente contribuire a contrastare pratiche illecite di occultamento degli incassi, non ancora debellate. La fedeltà della nostra rete commerciale si fonda soprattutto sul principio, più volte ribadito, che il rispetto delle regole produce in chi le attua benefici anche di natura economica. Questa è da sempre la nostra politica, ed i nostri gestori lo sperimentano tutti i giorni.”

Commenta su Facebook


Realizzazione sito