Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Vlt. Snai ribadisce responsabilità Barcrest su malfunzionamento e annuncia sostituzione dei terminali

In: Apparecchi Intrattenimento, Videolottery

14 maggio 2012 - 17:30


vltsnai

Snai. 1,6 mln nel primo trimestre 2012 per pubblicità e promozione

 

Antitrust. Nessuna istruttoria su acquisto 452 concessioni Snai

 

(Jamma) C’è grande attenzione da parte di Snai sulla vicenda dei terminali Vlt prodotti dalla inglese Barcrest al centro di una vicenda sulla quale la società sta ancora cercando di fare chiarezza continuando a svolgere attività di verifica.

Nel pomeriggio del 16 aprile 2012 come è noto, si è verificato, sul sistema Vlt Barcrest, un inusuale picco di richieste di pagamento a fronte di ticket “solo apparentemente vincenti”. A fronte di tale episodio la SNAI S.p.A. ha immediatamente bloccato il Sistema Barcrest per effettuare le necessarie verifiche e ispezioni tramite la consultazione del database contenente le registrazioni di tutte le transazioni di gioco svolte sulla piattaforma e i suoi circa 1.450 terminali, inclusi i relativi log di sistema.

Per diminuire i rischi a carico della società Snai, nel rispetto dell’adempimento degli obblighi di servizio connessi alla convenzione i terminali dal 16 aprile scorso sono stati spenti e lo restano tutt’ora. E’ quanto ha confermato nei giorni scorsi l’Amministratore delegato Stefano Bortoli spiegando che “ nelle prossime settimane Snai cercherà di raddoppiare il numero dei punti vendita che funzionano con macchine alternative a quelle Barcrest”, ovvero quelle prodotte da Spielo e messe a disposizione da Lottomatica.

Per una contestazione analoga Snai è già stata chiamata in causa nell’ottobre 2011 da un giocatore che rivendita una vincita di 13.476.000 euro. La società ritiene remoto il rischio di soccombenza con riferimento alla somma richiesta dalla controparte e ritiene che Barcrest si debba fare garante di qualsiasi esborso che, a qualsiasi titolo, Snai sia costretta ad effettuare.

Il sistema Barcrest risulta a tutt’oggi ancora bloccato. In termini di risultato economico atteso, la

eventuale non tempestiva riattivazione del sistema Barcrest potrebbe avere influssi negativi,fa sapere la società, tuttavia di dimensioni circoscritte vista “la ridotta marginalità di questa piattaforma rispetto all’altra”.Inoltre le “azioni correttive” introdotte con l’installazione della seconda piattaforma nelle sale Barcrest altoperformanti e l’incremento delle nuove sale arcade rispetto alle attese , dovrebbero attenuare gli effetti di un prolungato fermo. Quello delle VLT è per Snai il comparto che presenta i più elevati ritmi di crescita e può contribuire significativamente al miglioramento della redditività del Gruppo. Tra gli altri punti qualificanti è prevista la ottimizzazione del Network distributivo attraverso la segmentazione dei locali di gioco e la concretizzazione del loro pieno potenziale. A tale proposito verranno realizzati nuovi format per i negozi e incrementata la presenza nei corner. I ricavi derivanti dalla concessione per la conduzione della rete degli apparecchi da intrattenimento (ADI) nel primo trimestre 2012 ammontano a 76.284.000 euro, al lordo del compenso riconosciuto contrattualmente sia al gestore che all’esercente, pari a 58.810.000 euro.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito