Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Vlt. Ancora bloccata la piattaforma Barcrest/Snai. Gli esercenti lamentano danni da mancato incasso

In: Apparecchi Intrattenimento, Videolottery

2 maggio 2012 - 12:40


vltsnai

Trento. Anche Ravina Romagnano regolamenta le slot

 

 Lauro (PdL): “La flessione della domanda di giochi tradizionali, preludio del grande crollo”

 

(Jamma) Sono due settimane filate che i 1.450 terminali di videolottery sparsi in tutt’Italia non danno più segni di vita. Tutto per colpa della grana dei jackpot fasulli che ha indotto Snai a staccare immediatamente la spina a quelle 1.450 slot elettroniche in quanto riconducibili a un’unica piattaforma, quella fornita dalla britannica Barcrest, vittima, dicono, presumibilmente di qualche hacker. Era il 16 aprile e molti giocatori hanno deciso di affidarsi ad un avvocato per vedersi riconosciuta la vincita. Il contenzioso con Snai – che al momento non risulta aver proposto soluzioni alternative, è insomma alle porte. Ma alle vie legali, forse tramite una sorta di class action, potrebbero passare anche i gestori delle agenzie di scommesse nelle quali si trovano i terminali Snai agganciati al sistema Barcrest che si sentono danneggiati dal blocco del sistema e lamentano danni derivanti dalle mancate giocate.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito