Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Tribunale di Fermo: Europeismo ed attenzione al gioco di Stato

In: CED e CTD, Scommesse, Videolottery

6 novembre 2014 - 11:38


ripamontins

(Jamma) – Il Tribunale di Fermo si pronuncia su due importanti temi: scommesse e VLT. Il Tribunale, in funzione monocratica, con sentenza depositata il 17 ottobre 2014, assolve l’imputato, assistito dall’avv.Marco Ripamonti, reo di aver raccolto scommesse in collaborazione con Goldbet Sportwetten gmbh.

La Sentenza si allinea a numerose altre dello stesso tenore, con riferimento alla nota questione discriminatoria ai danni di Goldbet relativamente al Bando Bersani, ma si distingue per un importante atto d’accusa nei confronti dello Stato Italiano, al quale il Giudice marchigiano attribuisce di non avere reale interesse per i risparmi delle famiglie e dei consumatori, ma di perseguire i soli interessi erariali, tantopiù se si considerano le modalità di rilascio delle concessioni. Modalità indicate e descritte in sentenza.

 
In data 21.10.2014, poi, il Tribunale di Fermo in sede di riesame (presieduto dal Magistrato dott. P. Merletti) ha reso un’importante pronuncia su pretese anomalie di un noto software di gioco per VLT, ravvisando l’esigenza di approfondimenti in particolare sulla possibilità di manomissioni esterne e sull’incidenza del bug in ordine al calcolo del Preu.

 
Da ciò, secondo il collegio, la necessità di approfondimenti tecnici sul corretto funzionamento degli stessi apparecchi, della rete, dei terminali e del software.
Una situazione, quindi, che potrebbe aprire importanti scenari sul gioco di Stato.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito