Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Sala giochi. Il Tar della Toscana conferma il no all’apertura negli immobili residenziali

In: Diritto, Videolottery

18 settembre 2015 - 13:03


vltroyal

(Jamma) Il Tar della Toscana conferma il no alle sale videolotteries negli immobili anche solo parzialmente residenziali previsto dal regolamento urbanistico del Comune di Quarrata, in provincia di Pistoia. Il Tar ha respinto il ricorso di una sala a cui era stata negata l’autorizzazione della Questura. Alla base del diniego, il mancato rispetto del piano urbanistico locale, che vieta l’aperture di sale da intrattenimento in strutture che hanno una funzione abitativa. Irrilevante, secondo i giudici, la distinzione sottolineata dal ricorrente tra sala da gioco “ludica” e sale dedicate alle vlt, dove l’attività principale è la raccolta di giocate e non spettacolo o intrattenimento. Nella sentenza il Collegio chiarisce che «Le sale dedicate all’installazione e all’esercizio di apparecchiature VLT, se anche non direttamente qualificabili come “sale da gioco”, appaiono comunque annoverabili tra i “locali simili” e, più in generale, tra i “servizi per l’intrattenimento”», limitati dal piano urbanistico. Un’interpretazione «espressiva del potere ampiamente discrezionale attribuito ai Comuni in materia di pianificazione urbanistica, che non necessita di specifica motivazione». Non regge nemmeno la tesi sulla presunta violazione dei principi di libertà di stabilimento e di prestazione dei servizi. Le norme del regolamento urbanistico «non impediscono tout court l’insediamento del territorio comunale di sale dedicate all’installazione degli apparecchi VLT, né lo rendono eccessivamente difficoltoso; si limitano invece a imporre vincoli volti a tutelare le zone e, in particolare, gli immobili (anche parzialmente) residenziali, cioè a tutelare la qualità dell’ambiente urbano, così come è consentito dalla disciplina nazionale ed europea di riferimento».

Leggi il testo della sentenza link

Commenta su Facebook


Realizzazione sito