Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Per le videolotterie chiusa la fase della sperimentazione. Adesso i controlli sui sistemi

In: Apparecchi Intrattenimento, Videolottery

22 maggio 2012 - 10:43


gat

Vieri Ceriani (sottos.Economia): “Il trasferimento del colonnello della Gdf Rapetto risulta nella ‘normalità’

 

Confcommercio scende in campo contro ordinanza del comune che limita installazione delle slot

 

(Jamma) Ad oltre anno dall’avvio effettivo di tutti i sistemi Vlt gestiti dalle dieci concessionari di rete e alla vigilia del compimento dei due anni dalla fase di avvio della sperimentazione, per l’innovativa offerta di gioco pubblico è arrivato il momento dei controlli.  L’Amministrazione dei Monopoli di Stato secondo quanto è in grado di riferire Jamma.it, ha predisposto una serie di interventi finalizzati alla verifica dei sistemi di gioco secondo una tabella di marcia prestabilita.

La novità interessante è rappresentata dal fatto che i controlli sulla funzionalità dei sistemi, condotti presso i locali in cui vengono ospitati i ‘cervelloni’ dei sistemi oltre che presso gli esercizi autorizzati all’installazione dei singoli terminali, verranno condotti non da personale di Sogei, ma dal Gat, il Nucleo Speciale Frodi Telematiche della Guardia di Finanza.

Alla base di questa scelta la necessità di poter disporre di un considerevole e adeguato numero di tecnici specializzati.

 

Le Vlt rappresentano per il mondo del gaming l’ultima frontiera degli apparecchi da divertimento. Sono state legalizzate in Italia nel 2009, conseguentemente all’emanazione del Decreto Abruzzo. In totale le licenze assegnate per l’installazione degli apparecchi sono oltre 57.000. Il sistema VLT, ad altissimo livello tecnologico, utilizza dei terminali di gioco (installati nelle apposite sale dedicate) collegati online con il sistema del singolo concessionario che permette all’utilizzatore di selezionare e giocare differenti giochi sullo stesso apparecchio, consentendo vincite sensibilmente più alte rispetto a quelle erogate dalle New Slot; le vincite difatti possono raggiungere il valore massimo consentito di 5.000 euro a partita, con il Jackpot di sala fino a 100.000 euro e 500.000 euro con Jackpot nazionale.

 

La prima piattaforma del sistema Vlt è stata certificata da Aams nell’agosto del 2010, ovvero circa 8 mesi dopo la partenza della ‘sperimentazione’ tra le diverse soluzioni prospettate dalla aziende produttrici.

 

Al 21 marzo 2012 risultano essere state autorizzate 38.482 installazioni di singoli terminali.

Nell’ultimo trimestre le vlt hanno registrato una raccolta complessiva di 5,2 miliardi, di cui 4,6 miliardi erogati in vincita. La spesa dei giocatori è stata quindi di 614 milioni di euro.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito