Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

La tassa sulle vincite alle Vlt è una regola tecnica? Se sì va notificata a Bruxelles

In: Apparecchi Intrattenimento, Diritto, Videolottery

17 luglio 2012 - 16:35


vltwin

A giugno importante crescita del parco macchine Codere. Stabile incasso delle Vlt

 

(Jamma) Le disposizioni di carattere fiscale, ovvero la tassazione applicata alle scommesse e agli altri giochi è una regole tecnica e come tale soggetta a notifica alla Commissione Europea. In base a questo il governo tedesco ha recentemente inviato alla Commissione il decreto che fissa al 5% il prelievo fiscale sulle scommesse. Ogni organismo nazionale di normalizzazione infatti è tenuto ad informare Commissione DG Imprese e tutti gli altri organismi di normalizzazione europei e nazionali specificati negli allegati della direttiva stessa, dei suoi progetti di norme o di modifiche delle norme in vigore. La Commissione e gli altri organismi di normalizzazione hanno facoltà di formulare osservazioni sui progetti di norma; in tal caso saranno informati del seguito dato a tali osservazioni.

Quando una disposizione, ritenuta essere una regola tecnica, non viene notificata sussiste l’obbligo per i giudici nazionali di disapplicare le norme che prevedono quale elemento costitutivo del reato il mancato rispetto della regola in questione.

La Commissione DG Imprese di Bruxelles, secondo quanto è in grado di riferire Jamma, starebbe esaminando il caso della mancata notifica della norma contenuta nel decreto del direttore generale dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato del 12 ottobre 2011 che introduce la tassa del 6% sulle vincite alle videolotterie di importo superiore ai 500 euro. Tale disposizione sarebbe dovuta entrare in vigore il 1 gennaio 2012 e successivamente , con la legge 26 aprile 2012, n. 44, posticipata a partire dal 1 settembre prossimo.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito